Budapest: un’imponenza da città protagonista della storia

Una capitale viva e magica dove la zuppa viene prima di tutto

Budapest è la più bella città del Danubio; una sapiente auto-messinscena, come Vienna, ma con una robusta sostanza e una vitalità sconosciute alla rivale austriaca. Budapest dà la sensazione fisica della capitale, con una signorilità e un’imponenza da città protagonista della storia.” (da “Danubio”, Claudio Magris, 1986)

Uno sguardo d’insieme

Tutte le civiltà che la occuparono hanno lasciato le tracce nella cultura e nella vita di questa città, ad esempio la cucina molto speziata risente dell’influenza turca o le costruzioni barocche dell’impero austroungarico. Altra caratteristica di Budapest sono le numerosissime sorgenti termali che scorrono nel sottosuolo della città, tra le più rinomate dell’Ungheria. Budapest è quindi nata sull’acqua, pur essendo lontana dal mare. Last but not least, Budapest è una città molto, molto economica: per dormire, mangiare e divertirsi.

Trasporti

Spostarsi da una parte all’altra di Budapest è molto semplice grazie ai numerosi mezzi pubblici BKV presenti nella capitale ungherese. Budapest possiede infatti 4 linee metropolitane, il tram e ovviamente gli autobus. Solitamente i mezzi pubblici sono operativi tra le 4.30 e le 23.30.

Di notte potete invece usufruire dei taxi, tutti molto economici. Qui due numeri utili di compagnie accreditate: 233-3333 di Budataxi e 433-3333  di Budapest Taxi. Si raccomanda di fare attenzione ad alcuni tassisti troppo “furbi”, quindi cautela: prima di salire su accertatevi che appartenga a una delle compagnie con buona reputazione, controllate che abbia la targa gialla e accertatevi che abbia un tassametro con le tariffe. La Budapest Card infine permette di usufruire gratuitamente dei trasporti pubblici, di avere riduzioni per l’ingresso nei musei, negli stabilimenti termali, nei ristoranti e per il noleggio auto. Si può scegliere tra tre diverse tariffe, valide per 24, 48 o 72 ore.

Dove dormire

Gli hotel a Budapest rappresentano il miglior tipo di alloggio possibile per rapporto qualità prezzo e offrono, in genere, una sistemazione in città confortevole e in armonia con le strutture architettoniche delle zone in cui si trovano. Budapest offre una varietà di hotel sulla base del lusso: un hotel a 5 stelle può costare anche più di 500 euro a notte a persona, ma normalmente i prezzi per un hotel standard sono piuttosto bassi: se prenotato in anticipo partono da 25-30 euro a notte per un hotel a 3 stelle. Un luogo dove dormire molto rinomato, con più di 5000 recensioni su Trip Advisors è il Sofitel Budapest Chain Bridge. Centralissimo, si affaccia sul Danubio al ponte delle Catene, a un passo da Vaci Utca, la strada dei negozi e dei ristoranti, vicino a tutti i trasporti, è un hotel bellissimo a cominciare dalla hall, con le camere che vi si affacciano a balconata e in cima al soffitto vetrato un aeroplano d’epoca appeso!

Un hotel molto carino e gay-friendly è il Bohem Art Hotel, ideale per le coppie, con camere piccole ma perfette, a pochi metri da Vaci Utca, dal Danubio e dal mercato coperto, da cui si arriva in centro con una passeggiata rinfrescante di pochi minuti.

Cose da fare e da vedere

Uno dei più famosi e visitati monumenti di Budapest è il Castello di Buda, un edificio medievale dichiarato Patrimonio mondiale dell’Unesco. Tra le sue mura si trovano vicoli e piazze incantevoli e nei palazzi ci sono musei, ristoranti e negozi. Il Palazzo Reale, del XIII secolo, ospita infatti la Biblioteca Széchenyi, il Museo di Storia di Budapest e il Museo di Arte Contemporanea, tutti molto validi. La Chiesa di Mattia è un vanto per Budapest, risale al XIII secolo in stile gotico. Qui sono stati incoronati numerosi re ungheresi, mentre oggi ospita concerti. Il Museo del Terrore fu la sede del Partito nazista ungherese e il Bastione dei Pescatori è il luogo ideale per ammirare tutta la città.

Budapest è la città che conta più stabilimenti termali in Europa, lascito della dominazione turca, tanto da avere un sito apposito per conoscerle. E’ abitudine comune prima di andare a lavorare, passare un’ora ai bagni termali, un’abitudine così diffusa che in alta stagione alcune sono molto piene. In alcuni degli stabilimenti c’è anche un pubblico omosessuale e/o a volte alternano giorni per soli uomini a giorni per sole donne: la maggior parte delle terme sono molto antiche, come il Rudas Bath o le Kiraly Bath, divenute oggi molto commerciali, ma comunque assolutamente da visitare.

Shopping

Budapest è molto votata allo shopping, con grande scelta, prezzi vantaggiosi e numerosi centri commerciali. Come in ogni grande città che si rispetti almeno una via deve essere completamente dedicata allo shopping, e a Budapest questa è Vaci Utca, strada dove è possibile trovare negozi di ogni genere, dall’alta moda a quelli di prodotti tipici e souvenir.

WestEnd Budapest è il centro commerciale più famoso, nonché uno dei più grandi dell’Europa centrale. Ha una moltitudine di negozi di marche affermate, un grande cinema e numerosi locali di ristoro.

L’Arkad è un altro centro commerciale, un paradiso per comprare vestiti; qui negozi all’ultima moda popolano interamente la struttura ed è frequentatissimo dagli ungheresi. All’interno dell’Arena Plaza potrete trovare numerosissime marche come Terranova, Zara, H&M, Mexx, Marks & Spencer e Lacoste.

Ristoranti e caffè

La zuppa prima di tutto. A Budapest, si mangia bene un po’ dovunque, sia nelle trattorie sia nei ristoranti a cinque stelle; il range dei prezzi va dai 6-7 euro per un meno turistico ai 25-30 euro per un pranzo in ristorante, poco di più se il ristorante è di lusso. Qualunque sia il vostro gusto culinario, si consiglia di provare il pilastro della cucina tradizionale ungherese: le zuppe, anteposte sempre a qualsiasi altra pietanza.

Qui di seguito alcuni tra i ristoranti che la nostra guida vi consiglia:

molto bello e appariscente è il Robinson Restaurant, nel parco più bello di Budapest, su una piccola isola nel lago di Robinson. Questo ristorante è la destinazione più popolare per le celebrità e i turisti che visitano la città: più volte hanno trascorso qui una piacevole serata Arnold Schwarzenegger, Van Damme, Sylvester Stallone e David Bowie.

I Trofea Grill Restaurant sono più di uno e offrono il menù tipico ungherese a prezzi piuttosto economici. Sono tutti diversi tra di loro e si trovano in centro città.

La vita gay

Budapest non è una capitale europea gay come possono essere Milano, Madrid , Londra o Berlino, con lo stile tipico della “Gay Life”, non a caso, Grindr esplode di iscritti. La città però è magica e movimentata, dove incontri di ogni tipo sono all’ordine del giorno. Per chi ama ballare, si consigliano soprattutto alcuni tra i principali eventi, ai quali partecipano ancora pochi etero, visto che la separazione mondo gay e mondo etero sembra essere ancora marcata.

Bar, caffè e discoteche gay

Per il sabato sera l’AlterEgo è una discoteca, il principale vero club della città, con un’insegna esterna che evidenzia “Budapest Gay Club“. Musica molto bella e variegata, pop, dance, elettronica e house, locale carino non enorme, ma con due sale e almeno tre bar. Di solito presenta spettacoli di drag queen in prima serata. Il costo d’entrata è veramente basso, circa 5 Euro, lo stesso quello dei cocktail, mentre la birra costa ancora meno ed è gigante.

Una volta al mese c’è il Garcons queer party, una grande fasta queer per gay, drogati di moda, modelli, artisti e gente strana. In stile glamour, il Garcons promette “una nuova era del clubbing chic. Musica commerciale, dance e house, nonostante lo chic anche qui l’entrata è molto economica.

Cruising & men only

Il Coxx, situato nel quartiere ebraico, uno dei più vivi per la vita notturna, è un cruising bar dove è possibile avere rapporti sessuali completi. Facile da trovare, visto che come un qualsiasi bar ha la sua insegna.

Per quanto riguarda le saune, data la vastissima cultura termale, soltanto alcune sono adatte al gay cruising, anche se con il giusto sex appeal e un po’ il “gaydar” attivato è possibile recuperare più o meno ovunque. Di saune gay nello specifico si segnalano: la famosa Rudas Bath è una delle terme storiche, costruite durante le occupazioni turche, che ha quattro bellissime piscine piccole e una grande, tutte con diverse temperature. La piscina è aperta tutti i giorni dalla la mattina presto: la sezione di bagno di vapore è aperto ogni giorno dalle 06:00 fino 08:00 e, a giorni alterni è per soli uomini (lunedi, mercoledì, giovedì e venerdì), mentre solo il martedì per sole donne. Il fine settimana la sauna resta aperta anche di notte fino alle 4. Ormai meno adatto per il cruising è il Kiraly Bath, un tempo popolare luogo gay: dopo un accaduto nel 2005 dedica ai soli uomini soltanto alcuni giorni, ma è comunque consigliabile per la sua architettura.

Per le donne

Il Vis Maggiore Café è un bar suggestivo letterario a frequentazione lesbo. che ospita proiezioni di film, spettacoli ed eventi vari. L’Hello è un locale queer molto vivo e misto. Pop-Queer, divertente, trash per Barbie Dolls, alieni e tutti i loro amici, una pagina Fb attiva. Il martedì è il giorno per sole donne ai Rudas Bath, un’ottima occasione, anche per lesbiche e bisex, di unire in una sola sera tradizione, arte, relax e, perché no, sesso.

Consigli finali

Anche se Budapest è una città un po’ meno “europea” in tema di diritti e accettazione dell’omosessualità, la capitale si mostra gay-friendly con turisti e abitanti gay ed è davvero una delle città più importanti e spettacolari dell’Est europeo, dove trovare cultura, arte e storia. Alcune curiosità: la lingua ungherese è più affine con le lingue parlate in Siberia e con il finnico, che con le altre lingue europee.

La nostra guida

La nostra guida è aggiornata al gennaio 2016. Qualora venisse aggiornata, questo paragrafo sarà cambiato.

Vuoi inviarci la tua guida gay ad una destinazione che conosci particolarmente bene? Inviala a redazione[@]gay.it, le migliori saranno retribuite e pubblicate.