C’è anche “chiappe d’oro” nel computer di Brenda?

Sarebbero almeno dieci i personaggi importanti di cui c’è traccia sul portatile della trans morta la settimana scorsa asfissiata dal fumo in casa sua. A rivelarlo l’ex fidanzato di Brenda Giorgio T.

Ricattata e ricattatrice. Questa è l’immagine di Brenda che viene fuori dal racconto che il suo ex fidanzato Giorgio T., ex spacciatore, fa a Novella 2000. Racconta, Giorgio, che tempo fa fu arrestato proprio da Carlo Tagliente e Nicola Testini, due degli uomini dell’Arma coinvolti nello scandalo Marrazzo, che Brenda aveva iniziato la sua collaborazione con i carabinieri rivelando i nomi degli spacciatori, ma che poi la posta in gioco si era alzata. Quei carabinieri le chiesero di fare, sempre secondo il racconto di Giorgio, quello che facevano già altre trans coinvolte nel giro della prostituzione: filmare di nascosto i clienti illustri. E lei, Brenda, clandestina e con qualche precedente anche in Brasile, non aveva potuto dire di no.

Sarebbero più di dieci le persone "importanti" riprese da Brenda durante gli incontri intimi: professionisti, medici, avvocati e politici che adesso tremano sapendo che i loro nomi potrebbero diventare pubblici da un momento all’altro. E tra questi, naturalmente, potrebbe anche esserci il famoso "chiappe d’oro" il politico eccellente, cliente delle trans dell’Acquacetosa, la cui identità è ancora un mistero. Certo è difficile dire quanto affidabili siano i racconti di Giorgio, che oltre ad essere l’ex fidanzato di Brenda, era anche lo spacciatore di fiducia delle trans che si vide "soffiare il posto" da Cafasso mentre era in prigione dove era finito in seguito all’arresto compiuto proprio da quei due carabinieri.

Ti suggeriamo anche  La modella trans Munroe Bergdorf scrive su Facebook: "Bianchi razzisti", L'Oréal la licenzia

Troppi elementi concordanti per non avere almeno un vago sospetto che Giorgio possa volersi togliere qualche sfizio approfittando della situazione confusa. Di sicuro, Giorgio conosce fatti e persone per esperienza diretta e sa anche, per esempio, che Brenda filmava con due telecamere: quella del cellualare e una nascosta. Il video di Marrazzo ripreso dalla seconda telecamera, però pare che non sia mai finito nella mani degli uomini dell’Arma, ma che sia servito per fare ingelosire Natalì.