C’è relazione tra omofobia e competizione

di

Lo dimostrerebbe una ricerca condotta in una università basca su 42 paesi: dove si coopera, gli omosessuali sono più accettati.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1021 0

Una ricerca svolta dal professor Dario Paez dell’Università del Paese Basco dimostrerebbe che esiste una relazione tra il carattere competetivo di una società e la sua tolleranza. Lo rivela l’agenzia AdnKronos, che precisa che Baez ha condotto uno studio su 42 paesi, nel quale ha verificato che le società in cui c’è una maggiore tendenza alla cooperazione, come i paesi scandinavi o dell’America Latina, risultano essere molto più tolleranti verso l’omosessualità rispetto a strutture sociali più individualiste e competitive come quella degli USA o del Giappone.

La ricerca non esclude, però, che possano esservi anche altri fattori, come la religione o le abitudini familiari, che in altre strutture sociali, come quelle islamiche o africane, inducono a una maggiore intolleranza verso l’omosessualità.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Leggi   Spirit Day, Britney Spears al fianco dei giovani LGBT vittime di omofobia
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...