California: campagna contro l’uso di anfetamine tra i gay

di

Il governo ha stanziato 11 milioni di dollari per promuovere una campagna che miri a dissuadere gli omosessuali dall'usare metanfetamine. Il 55% degli omosessuali intervistati ne fa uso...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1733 0

La California ha lanciato una campagna antidroghe da 11 milioni di dollari. L’iniziativa del governo è diretta agli omosessuali, per scoraggiarli dal consumare le metanfetamine ed evitare comportamenti sessuali non rpotetti correndo il rischio di contrarre l’Hiv. Dagli anni ’90, le crystal metanfetamine sono le sostanze più diffuse nelle discoteche frequentate dagli omosessuali. Secondo la ricerca pubblicata questa settimana nella comunità gay la diffusione di queste droghe è 11 volte maggiore rispetto al consumo medio del resto della popolazione californiana. Il 55% dei 549 omosessuali e bisessuali intervistati consuma queste droghe, mentre la percentuale scende drasticamente al 5% tra gli eterosessuali.

Mike Rizzo, manager del centro di servizi contro le metanfetamine del "Los Angeles Gay & Lesbian", ha elogiato la campagna, specialmente per l’uso di Internet. Il Gay & Lesbian Center e il San Francisco AIDS Foundation, hanno appoggiato l’approvazione della "California Methamphetamine Initiative 2006". Dati ufficiali riportano che quasi uno su tre omosessuali o bisessuali risulta positivo ai test sulle metanfetamine, il triplo rispetto al 2001. Secondo una ricerca commissionata dal governo, i gay sono l’unico gruppo ad adottare comportamenti sessuali a rischio in presenza di queste sostanze. "Non solo sono più alte le probabilità che essi abbiano rapporti sessuali senza protezione, ma aumenta le probabilità di avere rapporti con più partners, aumentando il rischio di contrarre il virus dell’Hiv", ha dichiarato la dottoressa Michelle Roland, capo del Dipartimento di sanità pubblica per l’Aids.

Sono a rischio per infezioni ed epatiti anche le donne e gli uomini eterosessuali che usino queste sostanze. Molte donne consumano le metanfetamine per perdere peso e come energetico. Per la dottoressa Renee Zito, del California Department of Alcohol and Drug Programs, anche se la campagna e’ diretta ai gay "Potrebbe servire a scoraggiare chiunque sia tentato da questi stupefacenti".

Leggi   L'amministrazione Trump "interrompe uno studio sulla cura dell'HIV"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...