California: la Corte Suprema dice sì ai matrimoni gay

di

I giudici, rispondendo a una richiesta di alcuni cittadini omosessuali, hanno stabilito che non può essere negato il diritto al matrimonio a nessun cittadino. Le reazioni dei candidati...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1097 0

Storica sentenza in California. La Corte Suprema dello stato nordamericano ha stabilito che i cittadini dello stesso sesso legati da un rapporto sentimentale hanno diritto a sposarsi tanto quanto le coppie eterosessuali. Questo nonostante in California esista già un istituto, le ‘domestic partnership’ che riconosce già diritti e doveri equivalenti a quelli che hano le coppie eterosessuali. Il consesso, composto da 7 membri, si è espresso con 4 voti a favore e 3 contrari con i quali i giudici hanno stabilito che le coppie dello stesso sesso potranno contrarre regolare matrimonio valido a tutti gli effetti per lo Stato californiano, se entro 30 giorni il parlamento non provvederà ad approvare una legge che preveda un istituto paragonabile al matrimonio civile, ma diverso da quello religioso, che sia valido per coppie sia etero che gay. Secondo la sentenza dei giudici supremi, è inaccettabile che due persone dello stesso sesso legate da una relazione affettiva vengano considerate in maniera diversa rispetto a due persone di sesso opposto che vivono la stessa identica situazione. 

Immediate le reazioni dei tre principali candidati alla presidenza.

"Barack Obama ha sempre creduto che le coppie dello stesso sesso dovrebbero godere degli stessi diritti di fronte alla legge e continuerà a combattere per le unioni civili quando diventerà Presidente – fano sapere dallo staff di Obama -. Rispetta la decisione della Corte Suprema e continua a credere che ogni stato dovrebbe prendere le sue decisioni quando si parla di matrimonio".

"Crede che le coppie gay e lesbiche legate da una relazione abbiano gli stessi diritti e le stesse responsabilità di tutti i cittadini americani e penso che le unioni civili siano il modo migliore per raggiungere questo obiettivo – fa sapere invece la ex first lady, ora aspirante Presidente Hillary Clinton -. Come Presidente, lavorerò per assicurarmi che le coppie omosessuali possano avere accesso a questi diritti e reponsabilità a livello federale. Ho detto e continuo a sostenere che riguardo al matrimonio, la scelta vada lasciata ai singoli stati".

"John McCain sostiene il diritto degli abitanti della California di riconoscere il matrimonio come unico istituto che può sancire l’unione tra uomini e donne, come ha già fatto egli stesso nello stato dell’Arizona. Inoltre non crede che i giudici possano prendere decisioni di questo genere".

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...