California: Schwarzenegger usa il veto contro i gay

di

Il governatore Arnold Schwarzenegger ha posto il veto su tutte e tre le norme contro le discriminazioni che erano state votate dal parlamento californiano, confermandosi un... “Discriminator"

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1200 0

SACRAMENTO – E tre. Arnold Schwarzenegger, l’attore entrato in politica e diventato Governatore della California, ha esercitato ancora una volta il suo potere di veto e ha così bloccato l’attuazione di una legge che avrebbe sospeso aiuti statali a quei distretti scolastici che non avessero adottato misure modello per proibire esplicitamente le discriminazioni e i soprusi basati sull’orientamento sessuale e l’identità di genere. Così facendo ‘Schwarzy’ ha bloccato tutte e tre le nuove leggi contro i pregiudizi e le discriminazioni che erano state votate nei mesi scorsi dall’assemblea parlamentare californiana, cedendo alle pressioni dei conservatori repubblicani più oltranzisti che, brandendo Bibbia e moralità, avevano opportunamente distorto l’intento antidiscriminatorio della legge, l’Assembly Bill 606, da loro dipinto come un modo per “promuovere” transessualità, bisessualità e omosessualità nei campus universitari (come se l’orientamento sessuale o la propria identità di genere si apprendessero tramite “promozione” a scuola). Le associazioni GLBT (gay, lesbiche, bisessuali e transgender) hanno aspramente criticato l’intervento del governatore che già in passato avevano soprannominato ‘Discriminator’, dicendo che il veto lascia non protetti gli studenti non eterosessuali.
Nei mesi scorsi Arnold Discriminator aveva posto il veto su altre due leggi che avevano avuto il supporto della comunità GLBT: la AB1056, che avrebbe fornito fondi per un Programma di educazione e tolleranza tra diversi gruppi sociali, incluse le minoranze sessuali, e la SB 1437 che avrebbe richiesto ai testi scolastici di fare chiara menzione di persone gay, lesbiche e trans che abbiano avuto un ruolo nella vita pubblica dello Stato della California, fornendo dunque anche esempi in positivo. Randy Thomasson, presidente della CCF (la Campagna per le famiglie e i bambini), ha prontamente ringraziato Dio per l’intervento del Governatore (più realisticamente avrebbe potuto ringraziare le imminenti elezioni di medio termine…) e ha detto di pregare affinché queste leggi da lui definite di «indottrinamento sessuale» non possano mai più tornare. ‘Schwarzy’, più semplicemente, ha giustificato i suoi interventi dicendo che a suo modo di vedere già esistono altre norme che operano nell’ambito della lotta alle discriminazioni, ma sono giustificazioni ritenute non convincenti dal movimento GLBT americano in quanto passare quello che era una semplice norma contro le discriminazioni avrebbe rafforzato le protezioni degli studenti appartenenti a minoranze. «Alcuni istituti» spiega Geoff Kors, direttore di Equality California, «ignorano le leggi esistenti contro le discriminazioni e intimidazioni rivolti agli studenti GLBT, e porre un veto che avrebbe solo aiutato l’attuazione delle norme è vergognoso. Il Governatore afferma di avere passato gran parte della sua vita combattendo le discriminazioni e insegnando ai bambini la tolleranza ma intanto ha posto il veto su tutto quello che gli è stato presentato che avrebbe fatto proprio quello.»
Forse perché non riguarda l’ambito dell’educazione o forse per paura di non “strafare” nella sua politica percepita come omofoba Schwarzenegger ha invece firmato pochi giorni fa la legge statale sull’equità fiscale (State Income Tax Equity Act), che tratta le coppie conviventi registrate, anche quelle gay e lesbiche, esattamente come le coppie sposate per quanto riguarda le tasse, con detrazioni previste quando ci sono figli a carico. In California non bisogna necessariamente essere sposati per poter adottare e dunque anche le coppie composte da persone dello stesso sesso, o i singoli, quando dichiarati idonei, possono adottare e crescere bambini che non hanno la possibilità di vivere con i loro genitori.
(Roberto Taddeucci)

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...