Camere doppie in hotel solo con certificato di matrimonio etero: la proposta shock della stampa cattolica

La reazionaria proposta di Vita Nuova, il settimanale della diocesi di Trieste.

Vita Nuova, il settimanale della diocesi di Trieste, nelle scorse ore ha voluto prendere le difese delle varie strutture (case vacanze, alberghi, ecc) che quest’estate si sono rifiutate di ospitare coppie omosessuali: ha dichiarato che per “consentire” la discriminazione dei gay basterebbe affittare le camere doppie solo a chi presenta regolare certificato di matrimonio.

“Se proprio devo essere sincero fino in fondo” scrive l’articolista, “io sarei più duro ancora di quegli albergatori che non vogliono le coppie gay in casa loro. Io chiederei il certificato di matrimonio, altrimenti niente stanza. Vadano da un’altra parte. I soldi non sono tutto nella vita.” L’articolo in questione lega la questione degli alberghi gay free e quelli children free, senza bambini, di cui pure si parla molto in questi giorni.

Per la diocesi triestina ovviamente è in ballo un’altra questione: la castità prematrimoniale. Si rischia di commettere peccato se una giovane coppia eterosessuale decide di affittare una camera doppia: “Un tempo – ormai molti anni fa – gli alberghi verificavano se uomo e donna che chiedevano insieme una camera fossero sposati. Anche gli alberghi, un tempo, avevano una dignità. C’era anche gli alberghi “a ore”, ma proprio per distinguersi da questi, gli alberghi seri davano le stanze solo a coppie sposate. I gestori avevano un senso morale e non intendevano incentivare la promiscuità  fine a se stessa. Oggi si va negli alberghi, in montagna o al mare, e si vedono coppie giovanissime, eterosessuali intendiamoci, però piuttosto precoci. A loro nessuno chiede nulla: hanno di che pagare? Questo basta.”

 

Ti suggeriamo anche  Filippine, la Corte Suprema accoglie due petizioni pro-matrimonio egualitario

24 commenti su “Camere doppie in hotel solo con certificato di matrimonio etero: la proposta shock della stampa cattolica

  1. Si sono scordati la seconda (ipocrita) parte della storia: che se proprio volevano i clienti “sporcaccioni” potevano prendere due camere singole di modo che la morale era salva e gli avventori ci guadagnavano di più… altro che i soldi non sono tutto! E pensare che a Trieste c’erano gli stabilimenti balneari per soli uomini.

  2. Benissimo. Fate allora la vostra catena di club privati con tessera perché solo così avendo clausola di gradimento potete ammettere solo le coppie sposate in chiesa. Peccato che già c’è da scompisciarsi da ridere ai corsi prematrimoniali in parrocchia . Se dovessero accettare solo quelli che ci arrivano casti e non conviventi ci sarebbero un per cento dei matrimoni religiosi. Come al solito all’italuota medio va sempre bene far la morale agli altri ma a casa propria non riesce manco a nascondere la polvere sotto al tappeto.

    1. Confermo, non è assolutamente recuperabile, è un povero omofobo ignorante e gretto che si diverte a offendere riempendosi la bocca di parole della bibbia facendone un suo personale strumento di odio. Un leone da tastiera maleducato e offensivo, con il quoziente intellettivo di un mollusco.

  3. No problem per me, a chi fanno schifo i miei soldi deve solo avere il coraggio di esporsi, in attesa del reato di omofobia.
    PS: la castità prematrimoniale??? Questa sconosciuta… ahahaha

  4. Vorrei far presente a tutti che l’omofobo che imperversa senza limiti in questo sito è una persona assolutamente ignorante in ogni campo. In campo religioso egli è eretico anzi eresiarca in quanto le dotte sproloquianti citazioni della Bibbia e di San Paolo sono esattamente l’opposto del concetto di fede che come tutti spero sappiano NON si basa per i cattolici sull’interpretazione delle sacre scritture. Con tutte le critiche al cattolicesimo che possiamo fare perloneno la Chiesa non è così stupida da fondare la fede su un testo rimaneggiato più volte che fa fare a Erode il grande la strage degli innocenti con Gesù in fuga 4 anni dopo la sua morte. E questo per tacere delle castronerie e mostruosità presenti nell’antico testamento. Si tratta perciò del membro di una setta autocefala. Sulla fisiologia umana e in particolare maschile e femminile ha dimostrato ignoranza imbarazzante. Questa persona non sa dove sono i centri del piacere. Pensate che vita squallida. Non conosce l’orgasmo prostatico maschile non conosce il sesso anale femminile. Sulla natura e l’etologia analfabetismo crasso accentuato non sa nulla di specie animali e del loro comportamento. Sulla natura dei negozi giuridici del diritto di famiglia una totale e desertica impreparazione e miseria intellettuale tale da far confusione tra sacramento e istituto giuridico e all’interno del diritto tra fonti del diritto e norme. Non conosce ciò che critica. Non credo rappresenti un problema è solo un frustrato ignorante probabilmente con fravi problemi sessuali

          1. Non sono nessuno dei due, ma Giorgio Salerno. Siccome ho avuto l’onore di veder sparire subito prima il mio commento, ho pensato che fossi io quello a cui ti riferivi.
            Scusa pertanto,
            Giorgio

            Prof. Ing. Giorgio Salerno

            [email protected]

            *Pianificazione dei Trasporti*

            *Studio*
            Via dei Pirenei, 1
            00144 Roma
            Tel. +39 06- 4341 3880
            Fax +39 178 270 06 60

            Il giorno 12 agosto 2017 08:21, Disqus ha scritto:

        1. Ma debbo proprio spiegarti, tutto! Il mio nome l’avevo usato, eccome! Ma nel blog della libertà, mi hanno censurato (rectiius: “moderato”) e non mi fanno entrare più con il mio nome. Visto che ci tieni tanto, non ho difficoltà a ripetertelo nel testo: Giorgio Salerno. Il bello è che stando così le cose, l’unico a farci una bella figura sono io, visto che gli unici insulti rimasti a disposizione dei partecipanti sono i tuoi e di coloro che ti son venuti appresso.

  5. Mamma mia c’è un omosessuale qua sotto che se avesse scritto che al Polo nord fa caldo,
    che l’Oceano è secco e che a mezzogiorno risplende la luna in cielo, mi avrebbe dato meno imbarazzo per capire donde cominciare a ribadire tutte le elementari realtà, così sodomitamente capovolte in quella specie di crocifisso rovesciato che è il suo incredibile sproloquio sottostante.
    Ringrazio, innanzitutto, dell’eresiarca, titolo piuttosto lusinghiero.
    L’eresiarca è il fondatore di una grande eresia.
    Eresiarchi erano Ario, Mani, Lutero…
    tutti grandi personaggi
    sicuramente di una cultura estrema e incapaci, se non per la cattiva volontà che li ha contraddistinti, di sbagliare i ragionamenti teologici e non..
    Da buon eresiarca credo di non sbagliarmi neanch’io e le lettere di San Paolo che ho citato sono appunto lettere di San Paolo che ho citato.
    Non c’è nessuna interpretazione, nè niente da interpretare.
    Testi chiarissimi, di un’evidenza lampante, impossibili da leggere in senso contrario al significato letterale delle parole che é semplicemente incontrovertibile : per Paolo, che è Parola di Dio, gli uomini che lasciano il rapporto naturale con la donna per accendersi di passione gli uni con gli altri e si danno alla pratica sodomita che grida al Cielo,meritano la m-o-r-te
    Facciamo magari finta di credere che intendesse la morte spirituale per via del traviamento di cui essi si rendono protagonisti, ma il senso comunque è quello e non il suo contrario.
    Le lettere di Paolo sono declamate tutti i giorni tutte le ore da 2000 anni in tutte le chiese del mondo e sono suggellate, al termine della lettura testuale, dalla dizione ” Parola di Dio “, alla quale tutti i fedeli della Terra, in coro, rispondono :” rendiamo grazie a Dio ”
    Non c’è da interpretare proprio nulla.
    Questa, oltre che quella di tutte le religioni e del senso comune di tutti i popoli della terra in tutte le epoche trascorse, è sempre stata, è e sempre sarà, la santa dottrina della Chiesa, confermata da tutti santi, tutti i padri, tutti i dottori, tutti i concili, tutti i papi, tutte le istruzioni per la dottrina della fede, tutte le edizioni del catechismo della Chiesa cattolica.
    Se nell’edizione arcigay o superlesbo c’è scritto qualcosa di diverso, non ne sono al corrente.
    Sarei poi un ignorante anche di fisiologia umana : Per quanto riguarda la fisiologia dell’ano, c’è ben poco da dire; esso è congegnato per espellere e non certo per prendere…
    anche qui nulla da interpretare…
    Poi la mia sarebbe una vita squallida perché non so cosa mi perdo, non conoscendo l’escrementizia gioia dell’orgasmo anale.., mentre la sua, a che precipizio sprofonda la satanica perversione omosessuale, è una vita brillante, perché lui sì che si dispone sapientemente all’inculatio quotidiana…
    tutte cose che – ci si affretta – e meno male – a precisare – io critico senza conoscere
    e bravo Giovanni colera…questa l’hai detta
    giusta
    Dio Santo ! ci mancava anche che le conoscessi…
    Dio Santo ci mancava…
    Deo gratias !! mucho gratias !!!

  6. Mamma mia c’è un omosessuale qua sotto che se avesse scritto che al Polo nord fa caldo,
    che l’Oceano è secco e che a mezzogiorno risplende la luna in cielo, mi avrebbe dato meno imbarazzo per capire donde cominciare a ribadire tutte le elementari realtà, così sodomitamente capovolte in quella specie di crocifisso rovesciato che è il suo incredibile sproloquio sottostante.
    Ringrazio, innanzitutto, dell’eresiarca, titolo piuttosto lusinghiero.
    L’eresiarca è il fondatore di una grande eresia.
    Eresiarchi erano Ario, Mani, Lutero…
    tutti grandi personaggi
    sicuramente di una cultura estrema e incapaci, se non per la cattiva volontà che li ha contraddistinti, di sbagliare i ragionamenti teologici e non..
    Da buon eresiarca credo di non sbagliarmi neanch’io e le lettere di San Paolo che ho citato sono appunto lettere di San Paolo che ho citato.
    Non c’è nessuna interpretazione, nè niente da interpretare.
    Testi chiarissimi, di un’evidenza lampante, impossibili da leggere in senso contrario al significato letterale delle parole che é semplicemente incontrovertibile : per Paolo, che è Parola di Dio, gli uomini che lasciano il rapporto naturale con la donna per accendersi di passione gli uni con gli altri e si danno alla pratica sodomita che grida al Cielo,meritano la m-o-r-te
    Facciamo magari finta di credere che intendesse la morte spirituale per via del traviamento di cui essi si rendono protagonisti, ma il senso comunque è quello e non il suo contrario.
    Chiunque viene al mondo lo sa
    Le lettere di Paolo sono declamate tutti i giorni tutte le ore da 2000 anni in tutte le chiese del mondo e sono suggellate, al termine della lettura testuale, dalla dizione ” Parola di Dio “, alla quale tutti i fedeli della Terra, in coro, rispondono :” rendiamo grazie a Dio ”
    Non c’è da interpretare proprio nulla.
    Questa, oltre che quella di tutte le religioni e del senso comune di tutti i popoli della terra in tutte le epoche trascorse, è sempre stata, è e sempre sarà, la santa dottrina della Chiesa, confermata da tutti santi, tutti i padri, tutti i dottori, tutti i concili, tutti i papi, tutte le istruzioni per la dottrina della fede, tutte le edizioni del catechismo della Chiesa cattolica.
    Se nell’edizione arcigay o superlesbo c’è scritto qualcosa di diverso, non ne sono al corrente.
    La cosa più divertente è che non so niente di specie animali, perché non conosco quei particolari pinguini, rospi o che altro, sorpresi ogni tanto a fare i culattoni, e sui quali – lo fanno i lombrichi subsahariani, perché non dovrei farlo pure io ?? – poggia – ecco le fonti del diritto – il sacrosanto diritto ad esserlo pure lui -diamine !
    Sarei poi un ignorante anche di fisiologia umana : Per quanto riguarda la fisiologia dell’ano, c’è ben poco da dire; esso è congegnato per espellere e non certo per prendere…
    anche qui nulla da interpretare…
    Poi la mia sarebbe una vita squallida perché non so cosa mi perdo, non conoscendo l’escrementizia gioia dell’orgasmo anale.., mentre la sua, a che precipizio sprofonda la satanica perversione omosessuale, è una vita brillante, perché lui sì che si dispone sapientemente all’inculatio quotidiana…
    tutte cose che – ci si affretta – e meno male – a precisare – io critico senza conoscere
    e bravo Giovanni colera…questa l’hai detta
    giusta
    Dio Santo ! ci mancava anche che le conoscessi…
    Dio Santo ci mancava…
    Deo gratias !! mucho gratias !!!

  7. Scusate ragazze, c’è un omosessuale qua sotto, Giovanni colera, il quale, avesse scritto che
    1) al Polo nord fa caldo,
    2) che l’Oceano è secco e 3) che a mezzogiorno risplende la luna in cielo, mi avrebbe dato meno imbarazzo per capire donde cominciare a ribadire tutte le elementari realtà, così sodomitamente capovolte in quella specie di crocifisso rovesciato che è il suo incredibile sproloquio sottostante.
    Ringrazio, innanzitutto, dell’eresiarca, titolo piuttosto lusinghiero.
    L’eresiarca è il fondatore di una grande eresia.
    Eresiarchi erano Ario, Mani, Lutero…
    tutti grandi personaggi
    sicuramente di una cultura estrema e incapaci, se non per la cattiva volontà che li ha contraddistinti, di sbagliare i ragionamenti teologici e non..
    Da buon eresiarca credo di non sbagliarmi neanch’io e le lettere di San Paolo che ho citato sono appunto lettere di San Paolo che ho citato.
    Non c’è nessuna interpretazione, nè niente da interpretare.
    Testi chiarissimi, di un’evidenza lampante, impossibile a leggersi in senso contrario al significato letterale delle parole che é semplicemente incontrovertibile : per Paolo, che è Parola di Dio, gli uomini che lasciano il rapporto naturale con la donna per accendersi di passione gli uni con gli altri e si danno alla pratica sodomita che grida al Cielo,meritano la m-o-r-te
    Facciamo magari finta di credere che intendesse la morte spirituale per via del traviamento di cui essi si rendono protagonisti, ma il senso comunque è quello e non il suo contrario.
    Le lettere di Paolo sono declamate tutti i giorni tutte le ore da 2000 anni in tutte le chiese del mondo e sono suggellate, al termine della lettura testuale, dalla dizione ” PAROLA DI DIO “, alla quale tutti i fedeli della Terra, in coro, rispondono :” rendiamo grazie a Dio ”
    Non c’è da interpretare proprio nulla.
    Questa, oltre che quella di tutte le religioni e del senso comune di tutti i popoli della terra in tutte le epoche trascorse, è sempre stata, è e sempre sarà, la santa dottrina della Chiesa, confermata da tutti santi, tutti i padri, tutti i dottori, tutti i concili, tutti i papi, tutte le istruzioni per la dottrina della fede, tutte le edizioni del catechismo della Chiesa cattolica.
    Se nell’edizione arcigay o superlesbo c’è scritto qualcosa di diverso, non ne sono al corrente.
    La cosa più divertente è che non so niente di specie animali, perché non conosco quei particolari pinguini, rospi o che altro, sorpresi ogni tanto a fare i culattoni, e sui quali – lo fanno i lombrichi subsahariani, perché non dovrei farlo pure io ? – poggia – ecco le fonti del diritto ( anzi del retto…) il sacrosanto diritto ad esserlo pure lui -diamine !
    Sarei poi un ignorante anche di fisiologia umana : Per quanto riguarda la fisiologia dell’ano, c’è ben poco da dire; esso è congegnato per espellere e non certo per prendere…
    anche qui nulla da interpretare…
    chiunque viene al mondo lo sa
    Poi la mia sarebbe una vita squallida perché non so cosa mi perdo, non conoscendo l’escrementizia gioia dell’orgasmo anale.., mentre la sua – a che precipizio sprofonda la satanica perversione omosessuale! – è una vita brillante, perché lui sì che si dispone sapientemente all’inculatio quotidiana…
    tutte cose che – ci si affretta – e meno male – a precisare – io critico senza conoscere
    e bravo Giovanni colera…questa l’hai detta
    giusta
    Dio Santo ! ci mancava anche che le conoscessi…
    Dio Santo ci mancava…
    Deo gratias…mucho gratias !

    1. Eretico e scismatico. Analfabeta scientifico, filosofico e religioso. Ma quel che più è peggio e imperdonabile, Lei cerca inutilmente di fare ridere invece fa solo molta pena.

      1. Cielo è tornato! E, dopo avergli ricordato che annibale perse a guera, ritorna con il nome di colui che sconfisse Cartagine, Scipione: semplicemente geniale se non fosse una cosa molto triste.

  8. Scusate ragazze, c’è un omosessuale qua sotto, Giovanni colera, il quale, avesse scritto che
    1) al Polo nord fa caldo,
    2) che l’Oceano è secco e 3) che a mezzogiorno risplende la luna in cielo, mi avrebbe dato meno imbarazzo per capire donde cominciare a ribadire tutte le elementari realtà, così sodomitamente capovolte in quella specie di crocifisso rovesciato che è il suo incredibile sproloquio sottostante.
    Ringrazio, innanzitutto, dell’eresiarca, titolo piuttosto lusinghiero.
    L’eresiarca è il fondatore di una grande eresia.
    Eresiarchi erano Ario, Mani, Lutero…
    tutti grandi personaggi
    sicuramente di una cultura estrema e incapaci, se non per la cattiva volontà che li ha contraddistinti, di sbagliare i ragionamenti teologici e non..
    Da buon eresiarca credo di non sbagliarmi neanch’io e le lettere di San Paolo che ho citato sono appunto lettere di San Paolo che ho citato.
    Non c’è nessuna interpretazione, nè niente da interpretare.
    Testi chiarissimi, di un’evidenza lampante, impossibile a leggersi in senso contrario al significato letterale delle parole che é semplicemente incontrovertibile : per Paolo, che è Parola di Dio, gli uomini che lasciano il rapporto naturale con la donna per accendersi di passione gli uni con gli altri e si danno alla pratica sodomita che grida al Cielo,meritano la m-o-r-te
    Facciamo magari finta di credere che intendesse la morte spirituale per via del traviamento di cui essi si rendono protagonisti, ma il senso comunque è quello e non il suo contrario.
    Le lettere di Paolo sono declamate tutti i giorni tutte le ore da 2000 anni in tutte le chiese del mondo e sono suggellate, al termine della lettura testuale, dalla dizione ” PAROLA DI DIO “, alla quale tutti i fedeli della Terra, in coro, rispondono :” rendiamo grazie a Dio ”
    Non c’è da interpretare proprio nulla.
    Questa, oltre che quella di tutte le religioni e del senso comune di tutti i popoli della terra in tutte le epoche trascorse, è sempre stata, è e sempre sarà, la santa dottrina della Chiesa, confermata da tutti santi, tutti i padri, tutti i dottori, tutti i concili, tutti i papi, tutte le istruzioni per la dottrina della fede, tutte le edizioni del catechismo della Chiesa cattolica.
    Se nell’edizione arcigay o superlesbo c’è scritto qualcosa di diverso, non ne sono al corrente.
    La cosa più divertente è che non so niente di specie animali, perché non conosco quei particolari pinguini, rospi o che altro, sorpresi ogni tanto a fare i culattoni, e sui quali – lo fanno i lombrichi subsahariani, perché non dovrei farlo pure io ? – poggia – ecco le fonti del diritto ( anzi del retto…) il sacrosanto diritto ad esserlo pure lui -diamine !
    Sarei poi un ignorante anche di fisiologia umana : Per quanto riguarda la fisiologia dell’ano, c’è ben poco da dire; esso è congegnato per espellere e non certo per prendere…
    anche qui nulla da interpretare…
    chiunque viene al mondo lo sa
    Poi la mia sarebbe una vita squallida perché non so cosa mi perdo, non conoscendo l’escrementizia gioia dell’orgasmo anale.., mentre la sua – a che precipizio sprofonda la satanica perversione omosessuale! – è una vita brillante, perché lui sì che si dispone sapientemente all’inculatio quotidiana…
    tutte cose che – ci si affretta – e meno male – a precisare – io critico senza conoscere
    e bravo Giovanni colera…questa l’hai detta
    giusta
    Dio Santo ! ci mancava anche che le conoscessi…
    Dio Santo ci mancava…
    Deo gratias…mucho gratias !

Lascia un commento