Canada: nominato un consigliere per i diritti LGBT e verrà abrogata la legge che vieta il sesso anale

di

Justin Trudeau rinnova il suo impegno per la comunità LGBT.

CONDIVIDI
149 Condivisioni Facebook 149 Twitter Google WhatsApp
6352 0

Il primo ministro del Canada Justin Trudeau ha nominato il parlamentare Randy Boissonnault suo consigliere speciale per le questioni LGBT.

Boissonnault lavorerà con i gruppi di difesa dei diritti LGBT per promuovere l’uguaglianza per gay, lesbiche, bisessuali, transgender.

L’annuncio è stato dato ieri, martedì 15 novembre, contemporaneamente alla notizia che il governo eliminerà una vecchia legge che vieta il sesso anale, con una pena che può arrivare fino ai 10 anni di carcere, con le due sole eccezioni delle coppie etero sposate e delle persone maggiorenni e consenzienti.

Un legge chiaramente discriminatoria (l’età del consenso per i rapporti orali e vaginali è di 16 anni) e incostituzionale, secondo quel che dicono dal Canada LGBT. Tra il 2008 e il 2014, solo in Ontario, 22 persone sono state accusate di rapporti anali.

Anche se molti ritengono che questa legge sia stata abrogata, in realtà è ancora in vigore in 5 province canadesi. Justin Trudeau finalmente porrà fine a questa situazione.

Col suo ruolo, il nuovo consigliere per le questioni LGBT si dovrà occupare anche di formalizzare le scuse dello Stato canadese verso tutte quelle persone le cui vite e carriere sono state rovinate dalle politiche omofobe e da una legge oggi ufficialmente ritenuta discriminatoria.

LEGGI ANCHE >>> 

Un premier pugile e tatuato tra i tanti motivi per cui molti sognano il Canada

 

Leggi   Cuba, dopo l'addio dei Castro si avvicina il matrimonio egualitario
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...