Caravaggio, consigliere leghista attacca il prete: usa la bandiera del gay-pride. Ma è quella della pace

Il consigliere di minoranza temeva che si facesse politica in chiesa, e che questa fosse gay-friendly.

La chiesa di San Bernardino a Caravaggio era chiusa da anni per degli importanti lavori di ristrutturazione. Di proprietà del Comune, dopo il restauro il piccolo tempio è tornato in consiglio comunale, il quale avrebbe dovuto approvare un regolamento su come utilizzare quello spazio, molto conosciuto e amato dagli abitanti della città. Ma il consigliere leghista Ettore Pirovano, all’opposizione, ha bocciato il testo, esprimendo preoccupazione per il fatto che Don Franco Perdomini (prete di San Bernardino) faccia politica durante la messa.

Ma non solo politica. Una politica gay-friendly. A convincerlo, i colori delle candele messe a disposizione dei fedeli nella chiesa. Delle candele rainbow, secondo il leghista. In realtà, queste candele erano effettivamente colorate, ma non hanno niente a che fare con le “bandiere dei gay-pride“, come sostenuto da Pirovano. Difatti, i coloro ritraevano quelli della bandiera della pace. 

Usava candele con i colori della bandiera della pace che, si sa, è uguale a quella del gay pride. Non si può lasciare che il sacerdote di turno decida che simboli mettere in chiesa. La convenzione va siglata con la curia.

Per questo motivo, oltre al regolamento, l’ex presidente della provincia aveva proposto una convenzione, in modo da vigilare su Don Franco e le sue messe.

A Caravaggio, il consigliere confonde le bandiera rainbow con quelle della pace

A un occhio inesperto, come potrebbe essere quello di Pirovano, forse la bandiera della pace potrebbe essere uguale a quella che identifica la comunità LGBT. E che solitamente si vede sventolare durante le marce de gay-pride. Don Franco non è rimasto sorpreso dall’attacco del consigliere, ma spende qualche parola per risolvere la questione:

È una vecchia storia, la bandiera della pace non è politica e se non sosteniamo la pace nelle chiese, dove dobbiamo sostenerla?

Quindi, la paura di una politica gay-friendly sembra essere scongiurata. Ma sarà bene rivedere le due bandiere, per capire le differenze. La bandiera della pace è composta da strisce orizzontali di diverso colore, come appunto quella della comunità LGBT. La bandiera della pace però ha 7 colori, quella rainbow solamente 6. Cambiano anche l’ordine dei colori stessi: nelle due bandiere sono inversi. Il primo colore della bandiera della pace è il blu, lo stesso colore che nella bandiera LGBT è all’ultimo posto. Infine, la parola PACE non è presente nella nostra bandiera.