Coppia gay aggredita con una bottiglia solo perché si tenevano per mano

di

L'uomo è stato immediatamente sbattuto dietro le sbarre, con una ricca cauzione di 50.000 dollari.

CONDIVIDI
637 Condivisioni Facebook 637 Twitter Google WhatsApp
3360 0

L’omofobia non conosce confini, purtroppo, con l’ultima denuncia in arrivo da Seattle.

Castor Kwak, 33 anni, ha aggredito una coppia di uomini alle ore 22:00 del 22 luglio scorso, direttamente davanti al distretto est della polizia di Seattle. Il motivo? I due si tenevano per mano.

Secondo quanto ricostruito da Fox 13, Kwak avrebbe prima iniziato a insultare pesantemente la coppia, con epiteti omofobi, per poi andargli incontro, riempendoli di sputi. A quel punto è iniziata una colluttazione che ha visto uno dei due uomini pugnalato con una bottiglia di vetro rotta.

A fermare Castor Kwak un agente della polizia, che ha poi soccorso la vittima, sanguinante in terra con tagli sul viso e sul corpo. Kwak, interrogato, ha poi confessato di aver aggredito la coppia perchè gay. L’uomo è stato immediatamente sbattuto dietro le sbarre, con una ricca cauzione di 50.000 dollari.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Leggi   Il governatore Fedriga all'attacco: difenderà solo la famiglia tradizionale
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...