Cecenia, 17enne gay gettato dallo zio dal nono piano di un palazzo

di

Ancora una terrificante storia in arrivo dalla Cecenia, Paese in cui si continua a morire perché omosessuali.

CONDIVIDI
9.1k Condivisioni Facebook 9.1k Twitter Google WhatsApp
179775 2

Negli ultimi giorni agghiaccianti notizie sono arrivate dalla Cecenia, con le autorità che avrebbero consigliato ai familiari dei ragazzi catturati di ucciderli, evitando loro il lavoro sporco. Ebbene un 17enne identificato come Alex sarebbe stato spinto giù dal balcone dallo zio, proprio in Cecenia.

A raccontare la terrificante storia un sopravvissuto all’omocausto ceceno, che ha parlato sotto forma anonima alla rivista russa ‘Snob’ dopo esser fuggito dal proprio Paese a causa delle minacce ricevute dal suo Mullah. Proprio quest’ultimo gli avrebbe svelato lo spaventoso destino a cui sarebbe andato incontro Alec, ‘caduto dal balcone’ dello zio che si trova al nono piano affinché la sua famiglia potesse lavare l’onta della sua omosessualità.

Una situazione, quella cecena, che si fa sempre più drammatica, con alcuni superstiti che solo pochi giorni fa hanno svelato come i loro familiari siano stati invitati ad ucciderli dalle autorità stesse. ‘Uccideteli voi, perché in caso contrario lo faremo noi‘, il messaggio inviato in tutto il Paese, per un ‘ordine’ presto incredibilmente recepito. Nel frattempo da parte del Governo si continua a negare l’orrore quotidiano, mentre Vladimir Putin nasconde la testa sotto la sabbia e i maggiori Governi d’Europa, finalmente, hanno iniziato a farsi sentire tramite i rispettivi ministri degli Esteri. Unico assente, ingiustificato, il nostro Angelino Alfano.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...