Cecenia, il leader Ramzan Kadyrov censurato da Instagram e Facebook: ‘sono fiero della sanzione USA sui diritti umani’

Ramzan Kadyrov, leader ceceno dichiaratamente omofobo, accusa la Casa Bianca: ‘mi avete fatto chiudere le pagine Facebook e Instagram’.

Ramzan Kadyrov, leader ceceno dichiaratamente omofobo, è stato sanzionato dagli Stati Uniti d’America sulla base del Magnitsky Act per violazione dei ‘diritti umani‘.

Kadyrov, che secondo i quotidiani d’opposizione cecena ha dato vita ad un vero e proprio omocausto nel corso del 2017, con centinaia di ragazzi rapiti, imprigionati e in alcuni casi uccisi solo perché accusati di essere omosessuali, si è però detto fieto delle sanzioni a suo carico attraverso un criticato e provocatorio video Instagram.

 

Un filmato in cui Ramzan, che appare in tuta militare, fa sollevamento pesi in perfetto stile putiniano, mentre un uomo gli passa uno smartphone per annunciargli la sanzione a stelle e strisce: ‘contro di me? E allora violiamo i diritti umani… poveri americani, una piccola ma orgogliosa repubblica cecena non lascia in pace un intero Stato. Mi sento – beh, non mi sento, lo sono già – un grande uomo, tante grazie all’America‘.

Un video che ha avuto immediate ripercussioni, come denunciato dallo stesso Kadyrov. Instagram e Facebook hanno infatti chiuso i profili social del leader ceceno, che ha accusato la Casa Bianca di un intervento diretto per censurare le sue pagine.

Volevano infastidirmi, ma non ci sono riusciti. Ho pensato a lungo di lasciare quel social network, ma non volevo disturbare i miei amici e follower – che sono quasi quattro milioni“.”In effetti, la mossa di Instagram sembra strana. La rete da tempo pretende di essere indipendente da Washington D.C., ma la loro mossa è arrivata subito dopo le sanzioni del Tesoro statunitense. Potrebbero bloccare i conti, ma non saranno mai in grado di bloccare il nome di Ramzan Kadyrov – né i social media, né i loro gestori“.

Ti suggeriamo anche  Cecenia, nasce canale Youtube al femminile contro il leader Kadyrov

La legge Magnitsky ha permesso agli Stati Uniti di trattenere i visti e congelare i beni finanziari di Kadyrov alla luce dei suoi abusi ormai conclamati sui diritti umani. Pochi mesi fa Kadyrov aveva promesso l’eliminazione della comunità LGBT cecena durante il mese santo del Ramadan.