CERCA INCONTRO: SBATTUTO IN PRIMA PAGINA

L’annuncio dell’impiegato finisce in prima pagina. Accade a Sorrento, dove un quotidiano locale si sta facendo beffa dell’uomo ‘colpevole’ di aver pubblicato un annuncio su un sito di incontri gay.

‘Città della Penisola’, un giornale locale molto diffuso nella città di Sorrento, ha pubblicato in copertina la scheda – con tanto di foto e annuncio – di un cittadino che lavora come impiegato comunale.

Il fatto è accaduto dopo che il quotidiano ha ricevuto una segnalazione, fatta forse per una ripicca, di un uomo che ha riconosciuto il dipendente del comune di Sorrento su un sito di annunci gay.

Sapendo che sarebbe diventato un gossip molto succulento, la ‘Città della Penisola’ ha pubblicato le foto e l’annuncio dell’impiegato direttamente in prima pagina, ignorando ogni elementare norma sulla protezione della privacy oltreché deontologica.

Malgrado il nome ed il cognome dell’interessato non vengano mai citati nell’articolo, l’individuo è facilmente identificabile.

Il quotidiano non risparmia ai suoi lettori alcune delle caratteristiche scritte sulla "scheda utente" dell’ignaro cittadino tra cui si legge: "Nella sua pagina personale è stato piuttosto chiaro: ‘orientamento gay, ruolo versatile, sesso sicuro’. Ed in più ci sono anche informazioni sulla misura del pene. Una nota che non guasta per chi è alla ricerca delle giuste dimensioni".

E ancora: "L’insospettabile dipendente comunale è stato così scoperto, ed è finito sulla bocca di tutti. Una lunga scia di commenti e parole dette sottovoce, ad ogni angolo della strada. Un brusio che si ferma quando l’uomo si avvicina. In una piccola realtà di provincia, affidarsi ad un sito che promette incontri, forse è l’unica possibilità per organizzare qualche appuntamento. E non con una donna."

Ti suggeriamo anche  Israel Folau omofobo, la replica degli All Blacks: 'sei disgustoso'

Che esistessero i gay in provincia di Napoli non è una scoperta. Stimolare l’interesse morboso dei cittadini provocando un irreparabile danno a chi vive in una piccola città è una scelta a dir poco discutibile, soprattutto per vendere una copia in più.