Cher dice no alla Russia: non aprirà le Olimpiadi di Sochi

di

Invitata a partecipare alla cerimonia d'apertura dei Giochi Invernali russi del prossimo anno, l'icona gay ha rifiutato per protesta contro l'omofobia dilagante nel paese di Putin

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
4070 0

Invitata in occasione dei Giochi Invernali di Sochi, in Russia, Cher ha declinato l’invito. “Non posso fare nomi – ha detto l’icona gay in un’intervista rilasciata alla rivista canadese MacLean’s -, ma mi ha chiamata un mio amico, che è un grosso oligarca russo, per chiedermi se volessi fare da ambasciatrice delle Olimpiadi e partecipare alla cerimonia di apertura”.
“Ho detto immediatamente no – ha spiegato la cantante -. Voglio sapere come sia esploso tutto quest’odio contro i gay laggiù. Lui mi ha risposto che i russi non sono d’accordo con il governo”.
Cher ha spiegato di essersi sempre sentita particolarmente vicina alla comunità lgbt. Il figlio di Cher e del suo ex marito Sonny Bono, Chaz, si è recentemente sottoposto ad un intervento per la riassegnazione del genere diventando uomo a tutti gli effetti”.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Leggi   Depressione e autolesionismo nelle persone LGBT
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...