Cher dice no alla Russia: non aprirà le Olimpiadi di Sochi

Invitata a partecipare alla cerimonia d’apertura dei Giochi Invernali russi del prossimo anno, l’icona gay ha rifiutato per protesta contro l’omofobia dilagante nel paese di Putin

Invitata in occasione dei Giochi Invernali di Sochi, in Russia, Cher ha declinato l’invito. “Non posso fare nomi – ha detto l’icona gay in un’intervista rilasciata alla rivista canadese MacLean’s -, ma mi ha chiamata un mio amico, che è un grosso oligarca russo, per chiedermi se volessi fare da ambasciatrice delle Olimpiadi e partecipare alla cerimonia di apertura”.

“Ho detto immediatamente no – ha spiegato la cantante -. Voglio sapere come sia esploso tutto quest’odio contro i gay laggiù. Lui mi ha risposto che i russi non sono d’accordo con il governo”.

Cher ha spiegato di essersi sempre sentita particolarmente vicina alla comunità lgbt. Il figlio di Cher e del suo ex marito Sonny Bono, Chaz, si è recentemente sottoposto ad un intervento per la riassegnazione del genere diventando uomo a tutti gli effetti”.

Ti suggeriamo anche  Napoli, ingresso al Lido "vietato perché gay"