Chiesa: identità sessuale e castità nel catechismo

Papa Ratzinger presenta al mondo il Compendio del Nuovo Catechismo, in cui sono sintetizzati i contenuti della fede.

CITTÀ DEL VATICANO – Papa Ratzinger presenta al mondo il Compendio del Nuovo Catechismo, in cui sono sintetizzati i contenuti della fede. E’ il frutto di tre anni di lavoro da parte di una commissione d’esperti, guidata dall’allora cardinale Ratzinger, e voluta da Papa Wojtyla. I concetti difficili e le ampie nozioni del monumentale Catechismo del 1992 sono stati tradotti in pillole, anche se il linguaggio non sempre risulta agevole e alla portata di tutti. Il testo complessivo è suddiviso in quattro parti ed è stato formulato a domande e risposte, corredate da illustrazioni.

Nella sezione dedicata ai Dieci Comandamenti il Compendio chiarisce la posizione del Magistero su un ventaglio vastissimo di temi. Invita ad esempio ogni essere umano ad accettare la propria identità sessuale, e affronta il tema della castità: “I peccati gravi contro la castità, ognuno secondo la natura del proprio oggetto: l’adulterio, la masturbazione, la fornicazione, la pornografia, la prostituzione, lo stupro, gli atti omosessuali. Questi peccati sono l’espressione del vizio della lussuria. Commessi su minori tali atti sono un attentato ancora più grave contro la loro integrità fisica e morale”.