Chiude, per la terza volta, la libreria Babele di Milano

Ad annunciare la nuova chiusura è stato uno dei curatori, con una nota apparsa sulla pagina Facebook della libreria. La Babele resterà aperta fino a fine mese e poi sarà solo online.

A tre anni dall’ultima riapertura, quela che ne ha visto la sede in via Regina Giovanna 24/b, la libreria La Babele di Milano chiude i battenti ancora una volta.

Ad annunciarlo è uno degli attuali gestori, Christian Lunetta, dalla pagina Facebook della libreria. La Babele, che negli ultimi tre anni aveva preso il nome di "La Babele – glbt bookshop & more", non ha certo avuto una storia facile. Dopo la chiusura della prima Babele, quella di via Sammartini, Gianni Delle Foglie volle farla rivivere e la riaprì in piazza Cadorna dove chiuse i battenti nel 2008.

"Tre anni, sono passati già tre anni da quando venne inaugurata ufficialmente la nuova sede della libreria laBabele in viale Regina Giovanna 24/B a Milano – scrive Lunetta su Facebook -, un progetto che mi ha completamente assorbito non senza fatica ma portato avanti con la tenacia di chi ci crede, io in primis, e di chi lo ha supportato in questo lasso di tempo".

"Un’avventura fatta di alti e bassi e tempi a volte duri – continua -, ma gratificanti dal punto di vista culturale ed umano, almeno per me che l’ho gestita con tanto sano ottimismo e voglia di fare, ma ora è arrivato il momento di cambiare pagina e chiudere il negozio "fisico".

Ti suggeriamo anche  Insulti omofobi e botte a Tommaso Zorzi in centro a Milano - VIDEO

Adesso, quindi, arriva la terza chiusura che, però, lascia una versione online della libreria da cui sarà ancora possibile acquistare libri, DVD, CD e quant’altro.

Mancherà, e non è cosa da poco, quello che per generazioni di gay milanesi è stato un punto di riferimento fisico, un luogo dove incontrarsi, e confrontarsi. La Babele resterà aperta fino alla fine del mese.

"A tutti coloro che ci sono stati va il mio ringraziamento sincero" conclude Lunetta.