Cina: le associazioni chiedono il matrimonio omosessuale

In un solo mese, gli attivisti di Tongyu hanno raccolto mgliaia di firme che saranno presentate al congresso nazionale del Partito Comunista Cinese, a Pechino.

Tempi duri per il governo cinese. Proprio mentre il mondo ha gli occhi puntati addosso a Pechino in attesa che faccia qualcosa per i diritti civili in Tibet, minacciando di boicottare i giochi olimpici, a complicare la vita al Partito ci si mettono anche le associazioni GLBT. La notizia ha vatto velocemente il giro della rete e a diffonderla è stata, tra glialtri, il sito francese Tetu.com con un articolo di Fabien Lavie.