Cina: proteste malati aids, decine di arresti

La polizia cinese ha arrestato almeno 13 contadini malati di Aids che protestavano contro la mancanza di assistenza nella provincia dell’ Henan.

PECHINO – La polizia cinese ha arrestato almeno 13 contadini malati di Aids che protestavano contro la mancanza di assistenza nella provincia dell’ Henan, secondo una denuncia del gruppo umanitario Human Rights Watch (Hrw).

Migliaia di donatori di sangue sono stati contagiati negli anni scorsi dal mortale virus dell’ Aids nell’ Henan a causa delle scarse precauzioni prese dai dirigenti dei centri governativi per la raccolta di sangue. Secondo le denunce dei gruppi umanitari, i funzionari locali guadagnavano ingenti somme di denaro dalla vendita agli ospedali del sangue donato dai contadini poveri della regione.

Hwr, in un comunicato inviato ad alcuni organi d’ informazione stranieri in Cina, afferma che una prima ondata di arresti e’ stata fatta il 22 giugno scorso, dopo una manifestazione di protesta con la quale un gruppo di contadini chiedeva la costruzione di un’ ospedale per malati di Aids. In seguito, secondo Hwr, altri arresti sono stati effettuati nell’ Henan.

La polizia ha confermato solo l’ arresto di 13 persone, che sono accusate di aver “attaccato uffici dello Stato”.

Il governo cinese ha ammesso la drammatica diffusione dell’ Aids alla fine del 2001, in seguito a ripetute denunce dei gruppi umanitari. Le vittime hanno chiesto l’ accesso a cure efficaci contro il virus dell’ Aids (conosciuto come Hiv) e riduzioni delle imposte per far fronte alle spese mediche. Non e’ chiaro se le richieste siano state accettate e quali misure siano state prese per fronteggiare la situazione nell’ Henan.

LEGGI ANCHE

Storie

Donald Trump all’America: ‘basta HIV/AIDS entro dieci anni’ (ma ha...

Dopo aver dichiarato guerra alla ricerca, Donald Trump promette la fine dell'epidemia HIV/AIDS entro il 2030. Insorgono le associazioni LGBT.

di Federico Boni | 6 Febbraio 2019

Storie

Regno Unito, ‘zero trasmissioni di HIV entro il 2030’

Peccato che la Brexit potrebbe compromettere il piano. La maggior parte delle forniture di PrEP sono importate privatamente dall'UE.

di Federico Boni | 30 Gennaio 2019

Storie

Dentista caccia sieropositivo, l’associazione nazionale lo difende: le parole del...

Botta e risposta tra il Gay Center e l'ANDI Associazione Nazionale Dentisti Italiani, che è così intervenuta sul caso della...

di Federico Boni | 14 Gennaio 2019