Cinema: Almodovar e John Cameron Mitchell a Cannes

di

Le prime indiscrezioni su Cannes '59: 'Volver' in concorso e 'Shortbus' probabilmente in 'Un certain regard'. E poi i grandi ritorni di Lynch, Loach, Kaurismaki e Moretti.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1135 0

Gli organizzatori del 59esimo Festival di Cannes, a circa un mese dalla conferenza stampa, hanno lasciato trapelare alcuni titoli già selezionati per il concorso. Come confermato dall’agenzia Reuters, il nuovo film di Almodóvar, ‘Volver‘ (‘Ritornare’), uscito venerdì scorso in Spagna, sarà in concorso sulla Croisette, sette anni dopo la Palma per la miglior regia di ‘Tutto su mia madre‘. ‘Volver’ è una commedia corale tutta al femminile su tre generazioni di donne della Mancia che incontrano il fantasma di un’anziana morta in un incendio (Carmen Maura) tornata sulla terra per vendicarsi di torti subiti nel passato. Nel cast ci sono anche Penelope Cruz e Lola Dueñas.

In competizione ci saranno anche il nuovo David Lynch (il mystery girato in Digital Video ‘Inland Empire‘, con Laura Dern e Jeremy Irons, una sorta di ‘Mulholland Drive’ proletario ambientato nella zona povera di Los Angeles che dà il titolo al film), ‘The Wind That Shakes The Barley‘ di Ken Loach sulla guerra d’indipendenza irlandese, il terzo capitolo della trilogia di Kaurismaki ‘Lights in the Dusk‘, il francese ‘Selon Charlie‘ su sette uomini che riflettono su virilità e sensibilità maschile, ‘Babel‘ del messicano Alejandro Gonzalez Iñarritu con Brad Pitt e l’attesissimo nuovo film di Moretti ‘Il caimano‘ in uscita venerdì 24 (Moretti sarà ospite da Fazio a ‘Che tempo che fa’ sabato sera e il giorno dopo dalla Dandini a ‘Parla con me’).

In un’altra sezione, probabilmente ‘Un certain regard’, ci sarà il controverso ‘Shortbus‘ di John Cameron Mitchell (‘Hedwig – la diva con qualcosa in più‘) su un locale di New York dove si organizzano readings e sedute di sesso pubblico. I protagonisti sono una dominatrice in bolletta, una terapista sessuale che non riesce a raggiungere l’orgasmo e un uomo gay insoddisfatto della sua relazione sentimentale.

Tra i venti episodi che compongono l’omaggio alla Ville Lumière ‘Paris je t’aime‘ che aprirà ‘Un certain regard’ ci sarà anche quello firmato da Gus Van Sant. Altri titoli dati per sicuri sarebbero ‘The Climate‘ di Nuri Bilge Ceylan (‘Uzak’), ‘Indigenes‘ di Rachid Bouchareb, ‘The Queen‘ di Stephen Frears ed ‘El labirinto del fauno‘ di Guillermo Del Toro. Il regista di ‘Tropical Malady’ Apichatpong Weerasethakul è stato invitato dall’Atélier du Festival sotto l’egida della Cinéfondation a presentare il suo progetto ‘Utopia’.

Niente da fare invece per la nuova commedia di Woody Allen ‘Scoop‘ con Scarlett Johansson ancora in lavorazione.

Il 59° Festival di Cannes sarà inaugurato mercoledì 17 maggio dal thriller fuori concorso ‘Il Codice Da Vinci‘ di Ron Howard con Tom Hanks e Audrey Tautou.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...