#CinemaSTop, arriva Babadook, l’horror che fa davvero paura

di

Escono anche la buddy comedy Entourage, il thriller The Reach e Spy, parodia light di 007.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
4073 0

Babadook, mamma che paura l’uomo nero dell’australiana Jennifer Kent
È l’unico vero horror dell’estate e, nonostante alcune ingenuità e una certa convenzionalità di fondo, fa davvero paura. Stiamo parlando di Babadook dell’australiana Jennifer Kent, claustrofobico incubo rivelazione dagli echi espressionisti, già cult a livello internazionale. La disturbata Amelia (Essie Davis) non si è mai ripresa dalla morte del marito, deceduto in un incidente stradale il giorno della nascita del loro figlioletto Samuel (Noah Wiseman). Quando arriva in casa il libro di fiabe Babadook (è l’anagramma di A bad book, un brutto libro), Samuel si convince che sia la materializzazione del sogno ricorrente in cui l’uomo nero piomba minaccioso per uccidere entrambi.Piuttosto curato formalmente e giocato sul progressivo delirio psichiatrico della madre in stile Shining ma al femminile, tenta una riflessione piuttosto inedita per il genere horror sul senso di sacrificio nel compito di accudimento materno.

La serie tv Entourage diventa un buddy movie per la regia di Doug Ellin
Trasposizione cinematografica dell’omonima serie tv prodotta dal canale via cavo HBO, Entourage di Doug Ellin, ispirato al giro di allargate amicizie di Mark Wahlberg, produttore esecutivo, è uno scanzonato buddy movie che ripropone il cast all male dell’originale: Kevin Connolly, Adrian Grenier, Kevin Dillon, Jerry Ferrara e Jeremy Piven. L’universo bling bling di Vince Chase, attore di successo circondato da un gruppo di amici sfaccendati, è fatto di sfrenati party hollywoodiani, bolidi sfreccianti e yacht principeschi. Ma dietro la superficie iperglam covono drammi personali: Eric ha rotto con Sloane che aspetta un figlio da lui, il fratello di Vince è disoccupato, l’autista Turtle è innamorato di un lottatrice ‘peso gallo’ alquanto bellicosa. Quando si fa vivo il produttore Ari Gold proponendo a Vince un nuovo film, costui s’impunta per dirigere il film, a costo di rifiutare l’offerta. Nella serie originale l’assistente di Gold era un gay tormentato, Lloyd, interpretato da Rex Lee.

Un cinico Michael Douglas nel deserto del Mojave per The Reach – Caccia all’uomo
Tratto dal romanzo Deathwatch di Robb White, piuttosto popolare negli USA, The Reach – Caccia all’uomo di Jean Baptiste Léonetti è un thriller ad alta tensione su una guida turistica specializzata in escursioni nel deserto del Mojave, il venticinquenne Ben (l’avvenente attore inglese Jeremy Irvine), ingaggiato per una caccia al muflone da un facoltoso uomo d’affari, il cinico Madec (l’imperituro Michael Douglas che vedremo in Ant Man, atipico e riuscito fantasy Marvel). Ma costui è un assassino senza scrupoli, e Ben si ritrova vittima di un gioco al massacro perché unico testimone di un omicidio.“Io penso che ogni regista sogni di dirigere un western – ha dichiarato Léonetti -. Per un regista straniero poi, lo è ancora di più. Quando mi si è presentata questa opportunità unica di dirigere un western moderno, l’ho presa al volo! Madec, il personaggio principale interpretato da Michael Douglas, è un arrogante e carismatico uomo che si è fatto da solo, come dice lui ‘un Gordon Gekko in versione West Coast’”.

Spy, la parodia di 007 con l’agente senza licenza d’uccidere Melissa McCarthy
Parodia ridanciana delle storie di spie, lancia l’eroina senza licenza di uccidere Susan Cooper (la polposa Melissa McCarthy), agente della CIA relegata in un ufficio di terz’ordine infestato da topi e pipistrelli. Quando il socio Bradley (Jude Law), di cui è perdutamente innamorata, viene dato per disperso, e un altro seriamente compromesso (Jason Statham), Susan si offre volontaria per infiltrarsi sotto copertura e affrontare la perfida Rayna Boyanov decisa a vendere un ordigno nucleare a un pericoloso criminale.Gag assicurate di grana non propriamente fine per una ridicolizzazione del machismo alla 007 grazie alla comicità spontanea di una stand-up comedian, Melissa McCarthy, in realtà poco nota in Italia nonostante il successo di Le amiche della sposa e Corpi da reato.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...