Civil Partnership per il soldato gay picchiato a Liverpool

James Dowey-Parkes e il suo compagno Tom si sono uniti con il rito delle unioni civili e poi hanno incontrato Gordon Brown e la moglie. Ci sono voluti mesi prima che le sue ferite guarissero.

James Downey-Parkes, il poliziotto di Liverpool che era stato vittima di un attacco omofobo lo scorso ottobre, si è unito al suo compagno secondo la legge delle Civil Partnership. Il 22enne militare ha passato settimane a cercare di guarire le ferite riportate durante l’attacco. Lui e il suo compagno Tom, che lavora nella sanità, hanno partecipato ad un ricevimento a Downing Street ieri sera per sottolineare il contributo della comunità lgbt alla vita dell’Inghilterra. 

James ha dichiarato al sito PinkNews.co.uk di essersi unito al suo compagno lo scorso 6 febbraio a Liverpool e di avere organizzato un ricevimento con 250 persone.

La coppia ha ricevuto le congratulazioni di Gordon Brown che ha incontrato i due insieme alla moglie.

James ha dichiarato di essere rimasto impressionato nel sentirsi nominare dal Primo Ministro e felice di averlo potuto incontrare. "Non abbiamo mai partecipato a niente di simile prima" ha aggiunto.

Il soldato è tornato a lavoro mesi dopo l’attacco, quanto le lesioni alle ossa del cranio e del viso sono guarite. Per la violenza che James ha subito sono stati arrestati tredici adolescenti di età compresa fra 13 e 17 anni.

Ti suggeriamo anche  Uk, uomo minaccia una strage in un bar LGBT: "Massacrerò tutti quei bastardi"