Colton Haynes contro l’omofobia di Hollywood: “Ruoli da macho? Ci scartano a priori”

“Non si dà spazio al talento che puoi offrire, conta solo la tua vita privata”.

Colton Haynes è tornato a parlare, su Twitter, dell’omofobia che ancora impera a Hollywood.

Questo il suo punto di vista: “Hollywood fa davvero schifo. Quasi tutta l’attenzione è sulla tua vita personale, che non ha niente a che fare con il talento che mostri loro. Grazie a Dio esistono Ryan Murphy, Greg Berlanti e Jeff Davis, che credono che gli attori gay siano più della loro vita personale”. Lo sfogo è di quelli amari: “Sono così deluso da come Hollywood non capisca che la recitazione e i personaggi non abbiano nulla a che vedere con il modo in cui vivi la tua vita”.

L’attore, star di Teen Wolf e Arrow, condanna la discriminazione che gli omosessuali subiscono quando si tratta di interpretare ruoli da macho: in tal caso, vengono scartati a priori.

Negli scorsi mesi Colton Haynes aveva rivelato i trucchi montati ad arte dietro alle sue (fittizie) relazioni con donne, ben consapevoli della sua omosessualità, e aveva dichiarato: “Orribile, è stato orribile fingere in quel modo”.

Colton Haynes: “Relazioni etero? Recite volute dai manager di Hollywood”

Ti suggeriamo anche  La creatrice di 'Friends' si scusa per le battute omo-transfobiche della serie
Storie

Ricongiungimento familiare negato a coppia gay: cittadini di serie B anche ai tempi del Covid 19

Lontani da 3 mesi, a 2100 km di distanza, perché lo Stato non riconosce una coppia gay come famiglia che può riunirsi.

di Alessandro Bovo