Commissione Europea cerca storie di discriminazione gay

Se siete stati vittime di ingiustizie o discriminazioni perché gay, lesbiche o trans raccontate la vostra storia alla Commissione Europea, per lottare contro i razzismi e i soprusi.

BRUXELLES – Nell’ambito della campagna europea contro tutte le discriminazioni la Commissione Europea è aperta a conoscere le testimonianze dirette di persone che abbiano subito torti o ingiustizie o che siano stati discriminati a causa del proprio orientamento sessuale. Chi è stato vittima di questo tipo di eventi, o chi è a conoscenza di persone che lo siano state, può comunicare alla Commissione stessa l’accaduto. Il 2007 sarà l’Anno Europeo delle Pari Opportunità per Tutti e la sezione che si occupa del lavoro e degli affari sociali è interessata a conoscere storie di vita reale di persone che abbiano subito discriminazioni basate sul loro orientamento sessuale, riassunte in un paio di pagine nelle quali venga chiarito dove e come la discriminazione ha avuto luogo, se è relativa all’ambito professionale o a quello privato, come è stata affrontata e se e come si è conclusa la vicenda. Il termine per far pervenire le testimonianze è l’8 settembre 2006.

L’indirizzo al quale inviarle è:

Nicolas VINCENT

Department Coordinator

ASCii – A Sword Group Company

Rue de Trèves, 49-51, Trierstraat

Bruxelles B-1040 Belgio

Telepfono: +32.2.235.56.15; Fax : +32.2.235.56.99

Email: [email protected]

Ti suggeriamo anche  Mister Gay 2018 eletto in Polonia nonostante le proteste degli omofobi
Storie

Milano Pride 2020: un ALTRO PRIDE nella forma ma non nella sostanza

L’edizione 2020 di Milano Pride sarà contraddistinta da un programma di eventi virtuale che contribuirà attivamente alla ripresa della città con un’attività di fundraising.

di Federico Boni