Usa: il 20% della comunità LGBT dichiara di votare Donald Trump

Il sondaggio, realizzato tra il 5 e il 18 settembre, ha intervistato 1.728 persone LGBT.

Insomma non è affatto scontato che la comunità LGBT voti compatta per Hillary Clinton. Pare infatti che un numero piuttosto sorprendente di elettori LGBT voterà Donald Trump alle prossime elezioni. Un sondaggio NBC indica che il 20% della comunità LGBT si schiererà per Trump, mentre Clinton otterrebbe il 72% dei voti.

screen-shot-2016-09-25-at-8-03-54-am-1474806044-1

Trump ha un comportamento schizofrenico sulla questione gay. Infatti mentre a voce promette protezione dalla violenza e dall’oppressione di una ideologia straniera (ovvero dall’Islam), continua a chiedere il voto delle comunità religiose cristiane più omofobe. Per non parlare poi della scelta del suo vicepresidente, Mike Pence, che ha una lunga storia di discriminazioni contro le persone LGBT.
Da notare che quando nel sondaggio vengono inseriti i candidati outsider Gary Johnson e Jill Stein, solo l’8% della comunità LGBT vota per la candidata dei verdi Stein, la più favorevole alle istanze LGBT.
screen-shot-2016-09-25-at-8-04-01-am-1474806045-1
 Il sondaggio, realizzato tra il 5 e il 18 settembre, ha intervistato 1.728 persone LGBT. Di queste il 70% ha detto di iscritto ai Democratici, mentre il 18 % ai Repubblicani. Alle elezioni del 2012, Obama ricevette circa il 76% del voto dei gay e dei bisex (all’epoca i sondaggi non tenevano conto del voto delle persone transgender).
Ti suggeriamo anche  Donald Trump è convinto: "alle persone LGBTQ piace il lavoro che sto facendo"

1 commento su “Usa: il 20% della comunità LGBT dichiara di votare Donald Trump

  1. tutta sta demonizzazione di trump che c’è in italia non lacapisco. è favorevole all’isolazionismo USA, e per conto mio, quando gli USA si occupano poco del resto del mondo, è sempre una buona notizia. è sfavorevole al TTIP, e anche questa è una buona notizia. per contro la Clinton, da segretario di stato di obama, ha fatto solo danni in medio oriente. senza contare che è espressione dei poteri forti di wall street e che è una bugiarda cronica.
    infine… pensare che la comunità glbt voti compatta è un filino antistorico.
    esistono gay ricchi e gay poveri, lesbiche imprenditrici e lesbiche operaie, trans autonomi e trans disoccupati, bisex credenti e bisex atei, etc… come nel resto della popolazione esistono istanze ed esigenze diverse. e come per il resto della popolazione… alla fine della fiera il portafoglio prevale quasi sempre sugli ideali. quindi non capisco lo stupore.

Lascia un commento