Coppia gay insultata sulla spiaggia, lascia Caorle

di

Un bacio sulla panchina e parte l'insulto. Difesi da alcuni passanti, ma lasciano la città

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
7707 0

L’omofobia, ormai è cosa nota, non conosce latitudine. Proprio mentre vi rendevamo conto di quanto successo a Mascali , vicino Catania, un’altra notizia giunge dalla parte opposta dello Stivale. Siamo a Caorle, vicino Venezia. Qualche sera fa, una coppia gay che ha preferito restare anonima, passeggia lungo la spiaggia di Altanea tenendosi per mano. I due, ad un certo punto, decidono di sedersi su una panchina. Lì si scambiano un bacio, come qualsiasi coppia di innamorati farebbe, in una sera d’estate in riva al mare. La scena però non passa inosservata e un gruppo di cinque ragazzini si avvicina e comincia a insultarli con epiteti chiaramente omofobi. Secondo quanto riporta il quotidiano La Nuova Venezia che riferisce la notizia, la coppia ha reagito all’aggressione verbale e la situazione ha rischiato di degenerare. In difesa dei due uomini, trevigiani tra i 30 e i 40 anni, sono intervenuti alcuni passanti che hanno preso le loro difese. La coppia ha deciso di non denunciare l’accaduto alle autorità, ma subito dopo l’episodio è tornata dove alloggiava, ha fatto i bagagli ed ha lasciato Caorle.

La notizia non è piaciuta al presidente nazionale di Confturismo Marco Michielli e non è difficile capire perché: l’idea che ci siano interi gruppi di persone discriminate e maltrattate non fa bene al turismo della zona. “Si è trattato di un comportamento incivile – ha dichiarato Michielli al quotidiano veneto -. Spero che queste due persone possano tornare a Caorle. Saranno sempre i benvenuti”. “Nel Veneto non c’è alcuna preclusione per le coppie gay. Sono tutti benvenuti – ha continuato -. Questo episodio è triste e va condannato. In questi anni abbiamo lavorato molto per rendere il soggiorno confortevole anche per queste coppie. Credo siamo sulla strada giusta”. “Io non condannerei però Caorle a prescindere – ha concluso Michielli -l’episodio di intolleranza avrebbe potuto verificarsi anche lontano da quel contesto, in qualsiasi altro posto. Invito di nuovo i due fidanzati a trascorrere il soggiorno a Caorle, sulla nostra spiaggia”.

Leggi   Professore picchiato da mamma e zio di un alunno perché gay
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...