Costringeva il marito a nuotare. Condannata trans

Trans condannata a quattro anni di carcere. Costringeva il marito a nuotare nonostante i suoi gravi problemi respiratori. Ma l’ultima volta gli fu fatale. A incastrarla un video della piscina.

Un tribunale statunitense ha condannato a quattro anni di carcere Christine Newton-John, transessuale dell’Ohio, per la morte del marito James Mason. 41 anni lei, 73 lui, i due erano regolarmente sposati da quando, nel 93 lei cambiò sesso in una struttura ospedaliera. La donna era convinta che lui dovesse tenersi in salute a tutti i costi, nonostante l’età ormai tarda. Christine voleva che il marito si applicasse giornalmente all’esercizio fisico, e poco importava che soffrisse di problemi cardiaci.