Cugino gay della Regina Elisabetta: ‘I Reali non parlano del mio matrimonio con un uomo’

Nessun membro della Famiglia Reale si è presentato al matrimonio gay tra Lord Ivar Mountbatten e James Coyle e, dopo un anno dalle nozze, l’argomento sembra ancora taboo.

Lord Ivar Mountbatten, 56 anni, ha fatto la storia quando, nel settembre 2018, è diventato il primo Reale a sposarsi in un matrimonio gay.
Padre di tre figli, Lord Ivar Mountbatten  si è separato dalla moglie nel 2011, dopo aver lottato per anni e anni nascondendo la sua vera sessualità durante la loro relazione. Lord Ivar Mountbatten è diventato, così, anche il primo membro della Famiglia Reale britannica allargata a fare coming out.
Ora è felicemente sposato con l’assistente di volo scozzese James Coyle, che ha incontrato mentre sciava. In vista del loro primo anniversario di matrimonio, Mountbatten e Coyle sono stati intervistati dalla rivista Tatler sul modo in cui il loro rapporto è stato accolto dai loro parenti ‘Reali’.

Lord Ivar Mountbatten: una moglie, tre figli e poi il coming out nel 2011

Lord Ivar Mountbatten James Coyle
Alla domanda se la sua decisione di fare coming out fosse stata ben accetta dai Reali, Mountbatten ha risposto:
Beh, lo spero! Ma in realtà non ne parlano. Diciamocelo, i Reali non comunicano molto bene. 

A proposito di questa grande, particolare, famiglia allargata, Lord Ivar Mountbatten ha detto (riferendosi alle figlie) :
Penso che a loro piaccia avere un altro uomo in casa. Meglio di una matrigna, che avrebbe potuto diventare un mostro. (Scherza)

Reali e comunità LGBT+: predicano bene e razzolano male?

Post instagram del Principe Harry e Meghan Markle

Quella che sembra a tutti gli effetti una fredda accoglienza verso la coppia gay Mountbatten e Coyle stupisce, visto che i Reali, specie i più giovani, hanno sempre mostrato supporto verso la comunità LGBT+.
Il Principe William ha recentemente affermato che non avrebbe alcun problema se uno dei suoi figli fosse gay. E il Principe Harry e Meghan Markle sono stati i primi Reali a celebrare il Pride Month, con un commovente omaggio alla Principessa Diana e agli attivisti LGBT+ in tutto il mondo.