Da Manif Pour Tous al porno gay: la strana storia di Valentin

Era il compagno del portavoce della nota associazione anti gay. Poi, un giorno…

E’ una di quelle storie che ha del paradossale e che fanno sorridere. A riferirla è il sito francese jeanmarcmorandini.com a cui il giovane Valentin ha deciso di affidare il racconto della sua paroabola, da militante anti-gay di Manif Pour Tous a porno attore in film destinati al pubblico omosessuale. Un percorso strano, quello di Valentin, che una volta era il compagno di Xavier Bongibault, gay e strenuo oppositore del matrimonio gay in Francia, tanto da diventare il portavoce di Manif Puor Tous, l’associazione francese a cui fa riferimento l’omonima organizzazione italiana.

“Fu lui (Xavier, ndr) a convincermi a manifestare con loro – ha riferito Valentin nell’intervista -. Ero in prima fila nelle loro manifestazioni. E’ stato difficile perché sono stato insultato e minacciato da altri gay e le guardie del corpo sono dovute intervenire per difendermi. E’ stato un inferno, la mia foto è stata affissa per le strade della mia città, a Metz, io ero il ragazzo a cui sparare”.

“Dopo la fine della storia con Xavier – continua il ragazzo – volevo abbandonare la mia immagine di catto-integralista e per farlo ho scelto la soluzione più radicale: il porno. Devo dire che adoro fare porno e mi permette di dedicarmi alla mia passione: la musica“.

E cosa ne pensa il suo ex compagno di questa scelta, chiede il sito a Valentin? “Non lo so. Una ragazza con la quale sfilavo a quell’epoca mi ha detto solo che non ho alcun rispetto per il mio corpo” ha risposto il porno attore ridendo.

Ti suggeriamo anche  Usa, repubblicani presentano legge per ridefinire le unioni gay come 'parodia di un matrimonio'