DALLA MODA AI SET PORNO

Il fotografo Lee Andrew propone una vetrina per chi vuol fare il modello: "Ho sempre pensato che fashion e sesso vadano insieme", sostiene. E intanto lancia in primo concorso per Mr. Gay Europe.

Galleria di foto

PARIGI. Ricordate Lee Andrew? Il fotografo americano, pelle nera e sangue -"per un quarto", come dice lui- italiano, l’avevamo lasciato con i suoi sogni di trasferirsi in Europa e, magari, trovare un fidanzato italiano… (clicca qui per l’articolo) A distanza di qualche mese, lo ritroviamo con "metà" di quei sogni più che realizzati. Vive e lavora, infatti, a Parigi con parecchi spostamenti qua e là per il Vecchio Continente. Macchina fotografica sempre con sé – "E’ la mia vita, fa parte di me", ci dice felicemente convinto – i suoi interessi guardano però adesso anche verso il mondo di internet. O meglio, Lee ha fatto di internet lo strumento per il suo nuovo impegno in Europa, quello di talent scout per ragazzi che vogliono intraprendere la carriera di modello. E sulla definizione di modello, l’interpretazione è piuttosto elastica. Super professionale, ma elastica. Ce lo spiega lo stesso Lee.

"Io e miei soci, con cui ho avviato questa attività, diamo l’occasione di farsi notare a tutti quei giovani maggiorenni che scelgono di.. mostrarsi. In tutti i campi: foto, moda, performance, video e, per video, intendo anche video hard. Completa libertà di scelta!".

Lee mette a frutto il suo consolidato tirocinio di fotografo ma anche di producer ed assistente regia alle più famose produzioni di video hard internazionali. Qui sta la "chiave" del suo fare il "talent manager". Ci dice: "Ho i contatti giusti perché chi merita possa trovare delle occasioni concrete di lavoro in questo campo. Senza chiedere un soldo in cambio, mettiamo le foto che ci arrivano dai modelli, o aspiranti modelli, nel sito www.dreamsinvision.com che funziona da vetrina vera e propria, sia per chi cerca di farsi notare e chi vuole trovare persone adatte in varie forme di spettacolo".

Ti suggeriamo anche  Attivo, passivo o versatile? Scopri il tuo ruolo con il test della settimana!

Ma l’hard è solo una parte. Lee e i suo soci cercano a tutto tondo gente che abbia numeri e capacità da offrire. Il tutto in una sfera di possibilità e pensieri che sembrano confondersi tra loro perché Lee sembra far diminuire, se non addirittura scomparire, il confine tra fashion e hardcore, cioè rompe un tabù (se così si può chiamare) che mette moda (e le sue diramazioni) e sesso contigui ma distinti.

"Il sesso fa parte della nostra vita, che lo accettiamo o no", dice esplicito Lee e continua: "I nostri vestiti per come li scegliamo, per come li indossiamo, non sono affatto dei vestiti ma la nostra stessa pelle, perché con essi ci presentiamo agli altri, mandiamo dei messagi chiari, proviamo a sedurre. E tramite i vestiti e di come li indossiamo, veniamo giudicati, attirati, respinti… Per non dire di quante volte magari ci facciamo convincere ad acquistare un tipo di jeans solo perché lo abbiamo visto indossare, su una rivista, da un modello mozzafiato, magari illudendoci di assomigliargli anche solo un po’!".

Ma fare il modello, ad esempio, di moda e video hard non è una combinazione complicata. Hai dei consigli da dare in proposito?

"Vuoi fare il modello nella moda? Vai a Milano: è l’indiscussa capitale mondiale della moda. Vuoi fare il modello di moda e hard? Come see me! Vieni da me!", risponde sornione Lee.

Ti suggeriamo anche  Milano, incontri sessuali e poi il ricatto: arrestato senegalese

Ma al nostro fotografo piace creare anche degli eventi veri e propri. E’ sua, infatti, l’idea del primo concorso di Mr Gay Europe, attualmente in piena fase di avvio.

"Entro brevissimo – spiega Lee – daremo l’annuncio ufficiale a tutta la stampa e mass-media gay in Europa. Abbiamo l’intenzione di invitare tutti i vincitori dei concorsi di Mr Gay nei vari Paesi e molti altri pensiamo di reclutarli durante i molti Gay Pride. E, tra settembre e ottobre, avremo il primo Mr Gay d’Europa".

Il quale, magari, potrebbe già essere tra i modelli della scuderia di Lee, qui in esclusiva in una galleria di foto.

di Ivano Barocci