Danimarca, via libera alle adozioni per coppie gay

Le coppie gay potranno da oggi adottare bambini. Lo ha deciso il parlamento danese. Decisiva la libertà di coscienza lasciata ai deputati della maggioranza.

Copenaghen – Le coppie omosessuali che in Danimarca hanno registrato un patto d’unione hanno d’ora in avanti il diritto di adottare dei figli. È quanto è stato deciso oggi nel Folketing, il Parlamento danese, da una maggioranza composta dalle forze d’opposizione, dalla piccola formazione Alleanza Liberale e da alcuni membri del partito liberale che in proposito si sono distanziati dalle posizioni del loro partito e del governo.

Il risultato del voto è stato incerto fino all’ultimo. Il governo, composto da liberali e conservatori, era contrario ma era stato costretto l’anno scorso, da una maggioranza analoga a quella schieratasi oggi, a presentare una proposta di legge in favore dell’adozione da parte delle coppie gay. Nelle questioni etiche i liberali sono lasciati liberi di votare secondo coscienza e questo ha consentito la formazione di questa maggioranza.

La Danimarca è stato il primo Paese al mondo ad autorizzare, nel 1989, il matrimonio civile (detto "partenariato registrato") tra omosessuali. La legge riconosce gli stessi diritti di una coppia eterosessuale, pagamento degli alimenti in caso di separazione, benefici sociali, riduzione delle tasse ed eredità..

Ti suggeriamo anche  Danimarca gay-friendly: dal 19 al 25 agosto debutta il Rainbow Family Festival