Dating, la funzione di Facebook per incontri. Tinder e Grindr hanno i giorni contati?

Anche Facebook si lancia nel mondo delle app di incontri, con una nuova sezione che apparirà nella schermata del social. Ma dovremo attendere il 2020.

Il prossimo anno, anche in Europa arriverà Dating. E’ il nuovo servizio offerto da Facebook, con il quale si potrà incontrare la propria anima gemella, uscire o semplicemente chattare. Il suo uso è molto semplice, e prevede la creazione di un nuovo profilo, dal quale si potrà accedere direttamente dal proprio account originale. Una sezione come quelle dedicate alle notifiche, al marketplace o alle richieste di amicizia, infatti, sarà riservata a Dating. Non sarà certo come Tinder o Grindr, dove l’utente deve cercare la persona che più la attira.

Su Dating, grazie a un algoritmo, verranno incrociate le preferenze inserite nel profilo con gli interessi pescati direttamente dal profilo pubblico di Facebook. Da qui, si cercheranno gli utenti più vicini ai risultati ottenuti. Verranno esclusi a priori i parenti e gli amici. Una funzione interessante è quella denominata Secret Crush. L’utente potrà “etichettare” un profilo profilo che lo attira. Se dall’altra parte, anche l’altro utente prova interesse, questo verrà segnalato tramite una notifica, e i due potranno iniziare a chattare.

Inclusività e sicurezza: i due obiettivi di Dating

Naturalmente, la sezione Dating sarà aperta a tutti gli orientamenti sessuali e a tutti i generi. Molta attenzione poi al fattore sicurezza. Quando un utente incontrerà l’altra persona nella vita reale, potrà segnalare la posizione in tempo reale ad amici e parenti. Così, saranno aggiornati per tutta la durata dell’incontro. Come su Grindr, Tinder e altre app di incontri, sarà anche possibile bloccare una persona. 

Ti suggeriamo anche  Dindr, l'app di incontri che ti farà innamorare di chi ha i tuoi stessi gusti a tavola

“La più bella notifica della vostra vita”

La più bella notifica della vostra vita“. Così ha definito Dating il suo product manager, Nathan Sharp. Ed è vero, perché per ogni messaggio o per ogni affinità, arriverà sul cellulare una notifica. Mark Zuckerberg, invece, immagina gli utenti che tra pochi anni potranno raccontare di come hanno conosciuto la propria moglie o il proprio marito grazie a Facebook. Saranno i propri gli interessi, gli eventi e gruppi in comune a far conoscere due persone, e forse a far nascere qualcosa di speciale.

Ma le altre app di incontri ne soffriranno? Difficile. Mentre Dating selezionerà un gruppo di utenti che corrispondono ai propri interessi, Grindr mostrerà solo i profili più vicini. Starà poi all’utente decidere filtrando in base a foto, età, ruolo, altezza, peso, e tipologia di fisico. Insomma, l’utente affezionato di Grindr punterà a ben altri interessi.

In attesa del 2020, scarica l’app di Gay.it! Clicca qui per scaricare la app gay totalmente italiana per incontrare, informarsi, condividere.