De Magistris ribadisce: “Voglio il Registro delle Unioni”

di

Nel giorno in cui viene bocciata una legge contro l'omofobia, il Sindaco di Napoli Luigi De Magistris ribadisce la sua volontà di istituire un registro delle Unioni Civili.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
5023 0

"Napoli dei diritti, sì al registro delle unioni civili". Con questo "cinguettìo" su Twitter, il sindaco di Napoli Luigi De magistris ha ribadtio il suo impegno per istituire un registro delle Unioni Civili nel giorno, tra l’altro, in cui alla Camera la legge sull’omofobia è stata dichiarata incostituzionale dai deputati. "Si tratta di una battaglia civile nello spirito della nostra Costituzione", ha ribadtio De Magistris sul suo sito internet personale.

"Il riconoscimento di altre forme di convivenza diverse dal matrimonio, infatti, non può in alcun modo ledere il diritto di quanti contraggano il matrimonio a farlo. Chi ritiene che un diritto escluda l’altro cerca una giustificazione per tradire i principi di giustizia alla base del nostro ordinamento". Con un registro delle unioni civili – ha proseguito il Sindaco – Napoli dimostrerà ancora una volta di essere una città dell’inclusione, della Pace, della dignità. Una città aperta a tutte e a tutti, che garantisca pienamente anche il diritto all’amore, a vivere la vita nel modo più pieno, nel rispetto degli altri. In una parola: una città che riconosca il diritto alla felicità. Non è retorica. Ma è l’architrave del liberalismo giuridico. Con il diritto alla felicità, nel novero dei diritti naturali, infatti, si apre l’articolo 1 della Dichiarazione di Indipendenza americana del 4 luglio 1776".

Leggi   Napoli, 9 famiglie arcobaleno in festa: trascritti gli atti di nascita di 11 bambini con entrambi i genitori
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...