Denunciano episodio di omofobia su Facebook

Padova, due ragazzi denunciano episodio di omofobia sulla pagina Facebook dell’Assessore Zan. “Aggrediti da tre napoletani”. Le forze dell’ordine: “Che ci facevate al buio a quell’ora?”

Ennesimo episodio di omofobia a Padova. A denunciarlo sono state le due vittime sulla pagina Facebook dell’Assessore comunale con deleghe all’ambiente Alessandro Zan. «Io e il mio amico D.C. siamo stati aggrediti da 3 napoletani a calci e pugni al grido "froci di merda"», ha detto Enrico Bertelli, gestore di un noto bar del centro città.

La cosa però che più ha destato sgomento nei ragazzi è stata la reazione delle forze dell’ordine alle quali hanno chiesto aiuto. «Ma lei che ci fa nelle zone buie a quest’ora?», è stata la domanda che l’operatore in servizio al 112 in quel momento ha rivolto ai due. «Dopo mezz’ora di attesa – ha proseguito Bertelli – decidiamo di andare in centrale. Fortunatamente eravamo riusciti a fuggire: 10 giorni di prognosi a lui, 3 a me». Il post pubblicato sul social network era corredato anche da un’immagine delle ferite riportate (in foto)

Secondo i carabnieri che hanno acquisito le immagini delle telecmaere di sorveglianza della zona, i tre aggressori avrebbero avuto l’intenzione di rapinare la coppia. Secondo le vittime, però, si sarebbe trattato di un agguato omofobo. Il consigliere Zan

Ti suggeriamo anche  Bari Pride, pioggia di insulti omofobi on line: ecco perché è fondamentale scendere in strada