Dessena si schiera contro l’omofobia, attaccato dai tifosi: “Frocio”

Il centrocampista del Cagliari ha aderito alla campagna “#allacciamoli” contro l’omofobia nel calcio, ma su Facebook i tifosi lo attaccano: “Fatti i cazzi tuoi”. Lui risponde: “Ignoranti”.

Ha aderito con entusiasmo alla campagna “#Allacciamoli” lanciata da Arcigay e Arcilesbica in collaborazione con Paddy Power e la fondazione “Candido Cannavò” per combattere l’omofobia nel calcio, ma la sua scelta gli è costata cara. Lui è Daniele Dessena, centrocampista del Cagliari, che durante la partita di domenica scorsa della sua partita ha indossato i laccetti rainbow distribuiti da Paddy Power e, dopo l’incontro, ha rilasciato una dichiarazione sulla sua adesione all’iniziativa: “Per me oggi è un giorno importante perché ho potuto dare un contributo reale ad una causa importante e in cui credo – ha dichiarato Dessena -. Il fatto che un calciatore come qualsiasi altra persona possa manifestare pubblicamente un orientamento sessuale differente dal mio non rappresenta alcun problema né fastidio. Dovremmo cominciare a cambiare radicalmente la nostra mentalità, realmente, non solo a parole. Sono molto felice di poter dare il mio contributo alla causa”.

Peccato che allo stesso modo non lo pensano alcuni tifosi della sua squadra che hanno colto l’occasione per attaccare il calciatore dalla pagina Facebook di Blog Cagliari Calcio 1920. Commenti come “Ma pensa a giocare il calcio!!!!!! È fatti i cazzi tuoi” (pubblicato da un utente che ha scelto come foto del profilo il simbolo di una nota organizzazione di estrema destra) o “caghino” (finocchio in dialetto cagliaritano) o ancora “Ma pensa a giocare itta gazzu cintrara” sono comparsi sotto la notizia dell’adesione di Dessena all’iniziativa.

Ti suggeriamo anche  La Spezia, ritrova l'auto sfregiata: 'gay', con una croce

A Dessena, oltra alla solidarietà e all’appoggio di altri tifosi, è giunta anche quella dell’associazione lgbt ARC di Cagliari che auspica una partecipazione alla campagna di tutta la squadra. Ma anche il blog sulla cui pagina Facebook sono comparsi gli insulti, si è schierata con il giocatore parlando di “sconcertante e ingiustificata violenza“.

“La nostra redazione condanna l’omofobia, le frasi di questi inqualificabili soggetti – si legge sul blog – ed esprime vicinanza a Daniele Dessena incoraggiandone il suo impegno sociale. Bravo Daniele, continua così!”. Lo stesso Dessena ha risposto ai commenti omofobi: “Siete degli stupidi ignoranti!!! Pensate al vostro lavoro e non al mio!!!! Abbiate rispetto delle scelte delle persone e ribadisco ignoranti”. Sulla vicenda è intervenuto anche Paolo Colombo, Vice Capo Servizio della Direzione di La7 Sport, gay dichiarato e allenatore di calcio. “Trovo veramente pesanti le offese di questi ignorantoni che non si possono definire tifosi ma bestie, con tutto il rispetto che ho per gli animali – ha dichiarato Colombo al blog cagliaritano-. Intervengano duramente la Federcalcio, la Lega Calcio, l’Assocalciatori, il Coni. Istituzioni sportive datevi una svegliata insomma”.