DIFENDO I BAMBINI, NON GRILLINI

di

Abbiamo chiesto ad Alessandra Mussolini di spiegare il suo atteggiamento verso gay, lesbiche e trans: "La priorità sono i diritti dell'infanzia". E la frase detta a 'Porta a...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1111 0

PORDENONE – «Chi mi conosce sa che perdo le staffe proprio se mi ci trascinano dentro. Credo mi abbiano teso un tranello, capeggiato da Antonio Di Pietro e io ci sono cascata: continuavano a darmi della fascista, e continuavano. Mi scusi: lei che avrebbe fatto?, non avrebbe risposto per le rime?». Alessandra Mussolini è in giro nel Nordest a fare campagna elettorale.
Allora, onorevole, del “fattaccio” ne parliamo dopo. Come va la campagna elettorale?
Faticosa ma mi ritengo soddisfatta, adesso sono qui al Nord e settimana prossima torno nuovamente al sud.
Meno male che sta finendo.
Sì, ha ragione, con tutti questi veleni. La cosa che mi è particolarmente piaciuta è stato Berlusconi in Confindustria e si è anche dimesso Della Valle.
Chi sono i furbettopoli della politica?
Ce ne sono tanti, troppi! La politica dei furbetti, degli inganni. Nei comizi dico che noi di Alternativa Sociale dobbiamo intercettare gli elettori di destra, lasciando agli altri il resto.
E c’era anche chi intercetta lei. Si è fatta un’opinione di chi spiava chi?
No, guardi, ci sono inchieste aperte. Lasciamo che i magistrati facciano il loro mestiere. Certamente non è una bella pagina per il Paese, perchè poi le elezioni si vincono dando agli elettori la possibilità di votare, perché sono gli unici legittimati, anche se purtroppo hanno tolto il voto di preferenza.
Con questa legge elettorale non le viene il dubbio che Berlusconi con voi voglia fare solamente cassa?
continua in seconda pagina^d
Con questa legge elettorale non le viene il dubbio che Berlusconi con voi voglia fare solamente cassa?
Domandina maliziosa; noi puntiamo sul nostro partito e visto che hanno messo uno sbarramento, mi auguro di superarlo.
Herald Tribune ha sollevato la questione dei privilegi e benefit per gli europarlamentari e voi europarlamentari italiani avete lo stipendio più alto.
A me risulta una delibera per calmierare queste cose. Non va dimenticato che ci sono dei costi: noi andiamo avanti e indietro da Bruxelles e Strasburgo. Noi dobbiamo mantenere lo status del parlamentare italiano, certo che se si arriverà allo stipendio uguale per tutti ci adegueremo.
L’11 marzo a Milano si sono consumati due reati politici. Da una parte la violenza di no global e quant’altri; dall’altra la manifestazione dei neofascisti della Fiamma. Concorda con questa tesi?
Quello che è successo è stata opera di teppisti organizzati e quando succedono queste cose a perderci sono tutti: ci perde la politica, ci perdono i ragazzi. Io sono assolutamente ccontraria alla violenza.
D’accordo, ma a proposito dell’altra manifestazione vi è una legge costituzionale che recita: “Ogni manifestazione di approvazione del fascismo in Italia è espressamente vietata”.
Io non voglio giudicare gli altri partiti. La mia campagna elettorale è fatta di programmi e dei problemi della gente, il resto è folklore che non interessa a nessuno. Una signora, qui a Pordenone, mi ha chiesto come si può campare con una pensione di 400 euro; queste sono le cose di cui mi occupo.
Onorevole, meglio pedinati che froci; meglio froci che fascisti, o per lei è ancora: meglio fascisti che froci?
(ride divertita) Battute! Le dico: quando la società, come in questo momento, è in convalescenza, dico che per me c’è una parte di questa società che va tutelata e difesa: i bambini e non Grillini. Vedo che nei Pacs i bambini non sono contemplati, parlando solo di unione di coppie. Se a fare un Pacs è una coppia che ha figli da precedenti rapporti che facciamo? I bambini non hanno voce in capitolo indipendentemente da quella che è la sessualità degli adulti che sanno come difendersi da soli. Ora so anche dell’esistenza dei transgender, e va bene. Io non intendo dire a nessuno cosa fare della propria sessualità, ma eventuali figli vanno tutelati. La legge sul Pacs che firmai con la Turco andava in questo senso: a tutela dei bambini che nascevano fuori dal matrimonio. Poi, come è successo in quella trasmissione, quando non sanno che rispondermi, mi danno della fascista: un classico!
Cosa pensa della cooptazione di partiti neofascisti nel Polo?
Che saremmo noi? Credo che alla fine ci sarà una bella scrematura, vista la legge elettorale.
Nella mia precedente intervista disse che le priorità di tutela erano anche le donne e i gay; ora dice: solo i bambini.
Vedo che i bambini stanno avendo un’offensiva troppo forte con la pedofilia, le violenze, bimbi che scompaiono nel nulla; mamme che li abbandonano. Io vorrei un ministero dell’infanzia per tutelarli mentre altri hanno lobby forti e organizzate che sanno difendersi. Certo anche le donne non sono messe bene… gli omosessuali maschi sono tutelati, in qualche maniera, e le donne omosessuali invece… pure là siamo discriminate a mio modo di vedere.
Magari è vero, ma questo vuol dire non fare nulla.
Andiamo per gradi. Cominciamo a sanare le ferite di questa società e per primi dobbiamo pensare ai bambini; poi al resto come alla possibilità di dare diritti a voi. Poi non è come si fa pensare: in ospedale un partner può assistere l’altro e per l’eredità si va dal notaio dove lasciare precise disposizioni in merito, a meno che uno non abbia una famiglia precedente cui va riconosciuta la legittima.
In caso di vittoria del Polo, quali saranno le vostre priorità?
Rimettere le preferenze alla legge elettorale; modifica della Legge Biagi per ridurre il precariato e la famiglia ma anche il gratuito patrocinio alle donne.
E il Pacs, visto che ce l’ha quasi tutta Europa?
Eh, ma l’Italia, con il Vaticano a Roma, sarà dura! Passeranno anni!
Clicca qui per discutere di questo argomento nel forum Movimento Omosessuale.

di Mario Cirrito

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...