“Dimmi di sì”: le nozze gay si celebrano da Lush

L’azienda di cosmesi, in collaborazione con Arcigay e Frame, ha scelto di aderire alla giornata contro l’omofobia organizzado cerimonie di nozze per le coppie gay nelle sue botteghe. I dettagli.

Lush, nota aziendadi cosmesi "eticamente corretta", si unisce a quelle che negli ultimi mesi hanno deciso di schierarsi al fianco della comunità lgbt nella lotta per i diritti. E domani a Torino, Bologna, Firenze, Milano, Monza, Novara e Roma, coppie gay, lesbiche e transgender si scambieranno una promessa d’amore pubblica per manifestare il proprio diritto al matrimonio. L’iniziativa, organizzata, in collaborazione con l’associazione Frame (Famiglie Ricerca Antidiscriminazione Minori ed Educazione) e Arcigay, nell’ambito della campagna "Dimmi di sì", si svolgerà presso le botteghe Lush delle rispettive città e rientra nelle iniziative organizzate nell’ambito della Giornata Internazionale contro l’Omofobia. "In Lush crediamo che tutti e tutte debbano avere le stesse opportunità e gli stessi diritti sia al nostro interno che all’esterno – silegge sul sito dell’azienda – a cominciare da quello di potersi sposare, oggi negato alle coppie omosessuali. Ne siamo talmente convinti che ci siamo dotati di un credo aziendale su questo tema".

La promessa d’amore sarà celebrata, a Torino, da Marco Alessandro Giusta, Presidente del comitato Arcigay Torino "Ottavio Mai", il quale consegnerà alle coppie partecipanti un attestato d’amore con cui si impegneranno a sposarsi non appena le leggi in Italia lo consentiranno. Sul posto si potrà anche firmare una petizione per chiedere al Parlamento Italiano l’estensione del diritto al matrimonio per tutti. Tutte le coppie gay, lesbiche e transgender che desiderano partecipare all’evento nel capoluogo piemontese possono scrivere a sul sito di Lush è possibile conoscere i dettagli della campagna.

Ti suggeriamo anche  Quali tutele sul lavoro per le persone LGBT? Ecco il vademecum dei diritti

Inoltre a partire da ieri tutto il ricavato della vendita della crema "Sua Bontà" andrà a sostegno di un progetto educativo contro il bullismo omofobico realizzato dall’Associazione Frame nelle scuole secondarie di 6 città italiane (Milano, Bologna, Firenze o Pisa, Roma, Salerno e Caltanissetta). Il programma si chiama Bye Bye Bulli ed è dedicato ai ragazzi dai 13 ai 19 anni e ai loro insegnanti.