Dipendente gay di Atac ottiene il congedo matrimoniale

di

Fabio Motti ha registrato l'unione col compagno Leonardo al comune di Roma.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
6170 0
Fabio Motti e Leonardo Pace

Fabio Motti e Leonardo Pace

Un’altra azienda riconosce il diritto al congedo matrimoniale ad un dipendente gay. Stiamo parlando dell’Atac, la municipalizzata che gestisce il trasporto pubblico di Roma che ha concesso a Fabio Motti i 15 giorni di ferie retribuite previsti dalla legge per i dipendenti eterosessuali che si sposano.

Motti, che è anche un attivista per i diritti delle persone LGBTQI nell’associazione I Mondi Diversi No Profit ha chiesto ed ottenuto la registrazione della sua unione con il compagno Leonardo Pace. La relazione tra Fabio e Leonardo dura da nove anni.

“È importante che la mia storia venga conosciuta – ha dichiarato Motti a Repubblica -. Perché è successo in un’azienda pubblica e soprattutto perché quest’azienda è ATAC”.

“La decisione di ATAC è un segnale importante, un risultato a cui abbiamo creduto fortemente, considerati i passi avanti che l’amministrazione cittadina ha compiuto negli ultimi due anni sul terreno dei diritti delle persone LGBTQI – ha dichiarato Pace, che è il vicepresidente de I Mondi Diversi -. Come associazione, abbiamo seguito

I festeggiamenti per l'approvazione del registro delle unioni civili a Roma

I festeggiamenti per l’approvazione del registro delle unioni civili a Roma

da vicino tutti i passaggi che hanno condotto prima all’istituzione dei vari registri municipali e poi, lo scorso 28 gennaio, all’approvazione del registro comunale delle unioni civili. La notizia di oggi quindi è una gioia personale ma anche un motivo d’orgoglio per la nostra città e le nostre battaglie”.

Gaetano Di Sabato, presidente dell’associazione I Mondi Diversi No Profit dichiara: “Dalle realtà locali, dalle aziende private e pubbliche e da tutti i livelli della società civile giungono incessantemente segnali che rendono sempre più evidente e colpevole il ritardo della politica nazionale nel campo dei diritti civili. Ci auguriamo che la

scelta di ATAC, dopo la storica approvazione del Registro delle Unioni Civili di Roma, contribuisca ad agevolare l’iter parlamentare del DDL Cirinnà che consideriamo solo un primo passo verso la piena parità di diritti per le persone LGBTQI e quindi l’estensione a tutte le coppie dell’accesso al matrimonio civile”.

Fabio e Leonardo celebreranno la loro unione in maggio e hanno scelto di utilizzare i giorni del congedo matrimoniale per visitare gli ex lager di Auschwitz e Birkenau in omaggio alle tante persone omosessuali vittime della follia nazista.

Leggi   Un week-end romano: i migliori hotel gay-friendly della Capitale
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...