Diritti: anche il New Hampshire approva le Unioni civili

Uguaglianza in espansione. Il New Hampshire è il quarto stato degli Stati Uniti a riconoscere le coppie gay e lesbiche attraverso l’istituto giuridico dell’Unione Civile.

CONCORD – Giovedì 26 aprile è passata anche al Senato dello stato del New Hampshire (nella foto) la legge sulle Unioni Civili che già era stata approvata a larga maggioranza (243 voti contro 129) dalla Camera all’inizio di aprile. Anche le coppie dello stesso sesso potranno quindi essere riconosciute e tutelate dallo stato e avranno gli stessi diritti, e doveri, delle coppie di sesso opposto sposate. La legge è già stata inviata al governatore John Lynch che ha già annunciato che la firmerà. Il portavoce del governatore Colin Manning ha detto che «Questa legge è una questione di coscienza e di equità ed è in linea con la tradizione del nostro stato, di cui andiamo orgogliosi, di contrastare le discriminazioni.» L’iniziativa legislativa è stata resa possibile grazie al successo elettorale del partito Democratico delle elezioni del novembre scorso.

Il presidente dell’associazione Human Rights Campaign Joe Solmonese ha così commentato la notizia: «A nome di tutti coloro che si battono per l’uguaglianza ci congratuliamo col governatore John Lynch per il suo annuncio che firmerà la legge sulle Unioni Civili approvata dal Senato.» Per Solmonese «riconoscere l’unione civile alle coppie dello stesso sesso farà del New Hampshire uno stato più libero e più giusto per tutti i suoi residenti.» Tra questi il reverendo episcopale Gene Robinson, che nel 2003 suscitò scalpore per essere stato il primo gay dichiarato ad essere nominato vescovo. Robinson ha già fatto sapere che col suo compagno usufruiranno certamente della nuova normativa, visto che la comunione Anglicana non impone ai propri pastori il celibato.

Ti suggeriamo anche  Terapie riparative, dati allarmanti dagli Usa: "bisogna vietarle"

Le Unioni civili sono già state legalizzate in Connecticut, New Jersey e Vermont, mentre in Massachusetts è permesso accedere al matrimonio anche alle coppie ‘same-sex’. La scorsa settimana lo stato di Washington, sulla costa del Pacifico al confine col Canada, ha approvato la propria legge sulla partnership domestica registrata che entrerà in vigore a luglio. (Roberto Taddeucci)