Diventata donna si sposa in chiesa. Ma il vescovo non ci sta

di

Sandra Alvino, diventata donna nel 1982 ha coronato il suo sogno: sposarsi in chiesa. Ma l'arcivescovo di Firenze ha sospeso il prete che ha celebrato le nozze e...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1449 0

Alla fine ha coronato il suo sogno. Sandra Alvino, 64 anni, donna dal 1982 dopo l’operazione di cambio sesso a Londra, è riuscita a sposarsi in chiesa. La battaglia di Sandra e del marito viene da lontano. I due erano già sposati vicilmente da 26 anni. Sandra, però, cattolica praticante, voleva di più: il rito in chiesa.

E’ stato don Alessandro Santoro, 44 anni, parroco della Comunità delle Piagge, a celebrare il matrimonio. E questo nonostante l’arcivescovo di Firenze, l’ex segretario della Cei, monsignor Giuseppe Betori glielo avesse vietato. Lo stesso aveva imposto il predecessore di Betori, il cardinale Ennio Antonelli appena due anni prima. Per questo la diocesi, in serata, ha "sollevato don Santoro dalla cura pastorale della comunità delle Piagge" e gli ha chiesto di "vivere un periodo di riflessione e di preghiera".

Quanto durera il sogno di Sandra? Poco e lo sapeva. La Chiesa ha già fatto sapere che annullerà la cerimonia. Il parroco stesso che ha celebrato le nozze aveva avertito durante l’omelia: il loro «sarà un atto che non cambia la realtà: voi siete una coppia di credenti che vive nella chiesa il suo essere coppia e questo il Dio della Vita benedice e accarezza». 

Il Dio della Vita, appunto, non i suoi rappresentanti così terreni.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...