Domande sulle unioni civili? Rispondono gli avvocati di Gaylex.it / 2

di

Stepchild, unioni civili tra cittadini residenti all'estero e altre cose: le risposte!

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
5236 0

Arriveranno in aula al Senato il prossimo 26 gennaio e non sono ancora legge, quindi, né abbiamo certezza che lo saranno e se quello attuale è il testo che sarà approvato in via definitiva. Però, dopo aver pubblicato una esaustiva guida definitiva al ddl Cirinnà , ci sono iniziate ad arrivare diverse domande che abbiamo girato ai nostri esperti del sito Gaylex.it ed in particolare all’avvocato Michele Giarratano, che è già nostro blogger . Dopo le prime , ecco quindi una seconda batteria di domande, le risposte e il form per porne altre.

SPECIALE UNIONI CIVILI IN SENATO IL 26 GENNAIO: LEGGI ANCHE

Le news quotidiane sulle unioni civili in Italia e nel mondo

Cosa sono le unioni civili: la guida ultimativa

Domande sulle unioni civili? Rispondono gli avvocati di Gaylex.it

I voti pro e contro a unioni civili e stepchild al Senato

23 gennaio mobilitazione nazionale: l’appello delle associazioni LGBT

La mappa delle iniziative in Italia il 23 gennaio

Dopo le unioni civili in Grecia, Italia sempre più isolata: la mappa dei diritti LGBT in Europa

Buongiorno, vorrei sapere se il disegno di legge è una cosa unica (il riconoscimento delle unioni civili e la step child adoption) o sono due leggi separate? Mi spiego meglio, qualora la step child adoption non passi di conseguenza non passeranno le unioni?

Salve, il disegno di legge è unico e come tale approderà in aula il prossimo 26 gennaio quando inizierà la discussione in Senato.

Successivamente, forse già il giorno dopo, si inizieranno a votare, articolo per articolo, le migliaia di emendamenti che presumibilmente saranno presentati, e quindi gli articoli stessi. Finita questa fase si voterà il testo definitivo.

Questo vuol dire che il testo finale approvato potrebbe essere diverso da quello presentato e infine arrivare anche a non contenere ad esempio la stepchild adoption nonostante vengano approvate le unioni civili. Come giuristi, ovviamente, noi di Gay Lex ci auguriamo che non accada e che venga approvato integralmente il testo così come presentato, inclusa la stepchild adoption, essendo questo testo già un compromesso al ribasso rispetto alla piena uguaglianza dei diritti.

Il nuovo testo delle unioni civili prevede la possibilita’ di contrarre l’unione anche tra cittadini italiani residenti all’estero (iscritti all’AIRE)?

Sul testo che approderà in discussione non ci sono preclusioni in tal senso: infatti il testo prevede che, salvo l’adozione legittimante e gli articoli del codice civile non espressamente citati, tutte le leggi, decreti, regolamenti e atti amministrativi che parlano di coniugi si estendano anche alle parti dell’unione civile. Dunque dovrebbe essere possibile per cittadini italiani residenti all’estero contrarre le unioni civili. Per le modalità bisognerà aspettare probabilmente i decreti attuativi.

A parte l’adozione e la fecondazione eterologa per le coppie lesbiche, cosa non prevedono le unioni civili diversamente dal matrimonio?

Alla lettura dell’attuale testo del ddl 2081 (cd. Cirinnà) sembrano escluse, oltre a quanto citato: le pubblicazioni di matrimonio e la possibilità per i minorenni di unirsi civilmente su autorizzazione del giudice. Inoltre vi è una nuova disciplina per quanto riguarda il cognome in quanto a differenza che nel matrimonio per cui ciascun coniuge conserva il proprio cognome, nelle unioni civili “le parti possono stabilire di assumere un cognome comune scegliendolo tra i propri cognomi” (art. 3 comma 6).

Salve, siamo due italiani residenti all’estero e legalmente sposati i Belgio. Siamo in procinto di adottare un bambino, diritto qui legalmente riconosciuto. In questo caso potrà nostro figlio/a avere gli stessi diritti di cittadinanza, eredità, etc… come in una qualsiasi altra coppia italiana? Grazie anticipatamente!

Il ddl Cirinnà che sarà in discussione al Senato nei prossimi giorni, non estende alle coppie omosessuali le leggi inerenti le adozioni, fatta esclusione la previsione della c.d. stepchild adoption presente nell’art. 5. Il vostro caso, dunque, sembrerebbe (a meno di modifiche del testo o chiarimenti e integrazioni con decreti attuativi) escluso dal disegno di legge. A nostro avviso però, facendosi assistere da legali esperti in tematiche lgbt, potrebbe essere possibile adire i tribunali italiani per far trascrivere l’adozione contratta all’estero. Ad oggi vi è già un precedente (pure se si tratta anche in quel caso di stepchild adoption) che è quello della Corte di appello di Milano di pochi mesi fa e ci sembra plausibile che un tribunale per i minorenni si pronunci in vostro favore posto l’interesse prevalente del minore nella trascrizione dell’adozione.

Powered by Typeform

SPECIALE UNIONI CIVILI IN SENATO IL 26 GENNAIO: LEGGI ANCHE

Le news quotidiane sulle unioni civili in Italia e nel mondo

Cosa sono le unioni civili: la guida ultimativa

Domande sulle unioni civili? Rispondono gli avvocati di Gaylex.it

I voti pro e contro a unioni civili e stepchild al Senato

23 gennaio mobilitazione nazionale: l’appello delle associazioni LGBT

La mappa delle iniziative in Italia il 23 gennaio

Dopo le unioni civili in Grecia, Italia sempre più isolata: la mappa dei diritti LGBT in Europa

Guarda una storia
d'amore Viennese.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...