E’ morto Medinger uno dei pionieri delle terapie riparative

Trent’anni passati a cercare di guarire gli omosessuali, ma soprattutto a combattere la propria omosessualità, si è spento Alan Medinger fondatore di Regeneratione e di Exodus International.

E’ morto martedì scorso Alan Medinger, uno dei padri fondatori di Exodus International, l’organizzazione statnitense che raccoglie la suo interno la maggior parte dei gruppi di "ex-gay", ovvero di coloro che sostengono che l’omosessualità sia una condizione riparabile con specifiche terapie. Nello specifico, il gruppo fondato da Medinger più di 30 anni fa si chiama Regeneration.

Il leader cristiano era sposato con una donna con la quale si erano conosciuti alle scuole elementari e fidanzati alle superiori. Insieme hanno dato vita a quattro figli.

In uno dei suoi tantissimi testi con i quali tentava di sfuggire alla propria sesualità Medinger scriveva: "In una fantasia tipica, sono un giovane eroe che guida gli uomini in battaglia e poi, quando la guerra è finita, gli uomini mi usano sessualmente. Ho desiderato moltissimo sia la mia virilità che quella di altri uomini. L’omosessualità non è un’afflizione come il cancro o il ritardomentale: è una serie di problemi che insieme producono attrazione e comportamento omosessuale. Ognuno di questi problemi va affrontato singolarmente".