Ecco i nomi dei candidati gay alle regionali

Gaynews.it pubblica l’elenco dei canditati gay, lesbiche e transessuali alle prossime elezioni regionali. Tutti sono candidati nel centrosinistra. Due le trans presenti.

Mentre infuria la polemica politica e istituzionale sulla presentazione delle liste, il sito Gaynews.it ha fatto le pulci ai partiti e ha contato quanti fra i candidati alle prossime elezioni regionali sono dichiaratamente gay, lesbiche o transessuali.

Il governatore – Un solo candidato governatore si dichiara gay. Si tratta di Nichi Vendola, reduce da un’aspra battaglia tutta interna al centrosinistra ma dalla quale è uscito vincitore. Il presidente di Sinistra, Ecologia e Libertà aspira ad un secondo mandato alla presidenza della Regione Puglia.

I capilista – Fra i volti noti c’è quello di Franco Grillini, ex deputato e presidente onorario di Arcigay che si presenta come capolista dell’Italia dei valori in Emilia Romagna. In Lombardia Alessandro Zan, già consigliere comunale di Padova e promotore di un’iniziativa politica che ha ottenuto l’equiparazione delle coppie gay alle famiglie anagrafiche, è capolista in Veneto per Sinistra e Libertà con Vendola. In Piemonte, Enzo Cucco, fra i fondatori del primo movimento gay FUORI, si presenta come capolista per la Lista Bonino-Pannella. Michele Bellomo, già presidente di Arcigay Bari, è capolista nella sua città per Rifondazione Comunista – Verdi.

Nelle liste – Il Partito Democratico candida la lesbica Cristiana

Alicata nel Lazio, mentre Sinistra Ecologia e Libertà candida il militante del movimento gay Saverio Aversa. Gabriele Strazio, tra i collaboratori di Gay.tv, è candidato nelle liste in Lombardia. La Lista Bonino-Pannella vanta il primato numerico di candidati lgbt nelle sue liste. In Lazio è candidato nel listino Sergio Rovasio, presidente di Certi Diritti e fra i protagonisti di Affermazione Civile, l’iniziativa che porterà la Corte Costituzionale ad emettere una sentenza sui matrimoni gay il prossimo 23 marzo. Gli altri candidati della Lista Bonino-Pannella sono: Michele Di Gregorio in Toscana, Chiara Bonora e Paola Montermini in Emilia romagna, Riccardo Cristiano in Calabria, Aldo Gufanti, Luca Piva e Francesco Poirè in Lombardia, Roberto Mancuso in Puglia, Marco Marchese in Calabria, Francesco Zanardi, promotore di uno sciopero della fame contro il divieto di matrimonio gay, in Liguria.

Ti suggeriamo anche  Elezioni, Adinolfi vuole Silvana De Mari candidata col Popolo della Famiglia

Le trans – Sono due le transessuali in lista, e non una come detto in precedenza. Si tratta di Valentina Canepa, già "camallo" al porto di Genova, candidata per i Verdi in Liguria e di Luana Ricci, l’organista licenziata dopo la decisione di cambiare sesso, candidata Federazione Sinistra e Verdi per Vendola presidente in Puglia.