Egitto: firme europee per i gay arrestati

Radicali: "Gia’ raccolte 127 firme di deputati europei su appello al presidente Mubarak per la liberazione delle 23 persone arrestate per omosessualità"

Bruxelles – Già 127 deputati europei di tutti i gruppi politici hanno firmato l’appello al Presidente della Repubblica egiziano Hosni Mubarak per la liberazione di 23 cittadini egiziani imprigionati e condannati a pene tra i 2 e i 5 anni a causa di presunta omosessualità. L’appello, lanciato dall’artista Jean Michel Jarre e sottoscritto da più di 6000 persone di tutto il mondo – tra le quali Catherine Deneuve, Bernard Henri-Lévy, Charlotte Rampling, Juliette Binoche, Jean Réno, Frédéric Mitterand, Anthony Delon e Isabelle Giordano – , é stato diffuso nei giorni scorsi al Parlamento europeo su iniziativa dei deputati della Lista Bonino Marco Cappato ed Olivier Dupuis e di Ottavio Marzocchi, membro della Direzione Politica Straordinaria del Partito Radicale Transnazionale. Nella lettera, co-firmata da Michael Cashman, Joke Swiebel, Gianni Vattimo (PSE), John Bowis (PPE), Sarah Ludford (ELDR), Alima Boumédiene-Thiery (V), Pernille Frahm (GUE), i deputati radicali sottolineavano l’importanza di esercitare una pressione politica a livello europeo sul Presidente Mubarak perché concedesse l’amnistia, essendo tutte le vie di ricorso interno esaurite.

Ti suggeriamo anche  I giornali egiziani distorcono gli studi di Patrick Zaki: 'è gay, deve rimanere in carcere'
Storie

Partecipa a 4 Ristoranti con il compagno e viene sommerso dalle telefonate omofobe – la denuncia video

"Froc*o di mer*a" al telefono, più e più volte, con voci modificate e numeri anonimi. La denuncia social di Mariano Scognamiglio, visto a 4 Ristoranti, su Sky, insieme al compagno.

di Federico Boni