Egitto: polizia al matrimonio gay

Sessanta persone sono state arrestato per aver partecipato in Egitto a un matrimonio gay, considerato atto sessuale deviante dalla legge islamica.

Momenti di tensione in Egitto, sul Nilo, per i sessanta uomini che hanno preso parte ad un matrimonio gay. La polizia è infatti intervenuta durante la cerimonia, considerata "un atto sessuale deviante" e li ha arrestati.

Lo hanno riferito oggi fonti giudiziarie, secondo le quali cinque stranieri, che si trovavano nel gruppo, sono stati rilasciati.

Il pubblico ministero continua invece ad interrogare gli altri 55 festaioli, fermati con l’accusa di "violazione degli insegnamenti della religione e propaganda di morale ed idee depravate", che rischiano una pena di cinque anni di reclusione.

Le leggi egiziani non bandiscono esplicitamente l’omosessualità, ma la sua pratica è comunque un tabù.

Ti suggeriamo anche  Rocketman, il film bandito da Egitto e Samoa (dopo la censura russa)
Viaggi

Stoccolma, guida gay 2019

La vita gay è all’insegna della piú assoluta integrazione, ma niente darkroom o saune. Eleganza, stile, il bellissimo popolo svedese, arte e natura, per una vacanza friendly da fare almeno una volta nella vita.

di Redazione