Elezioni: il Cassero incontra i candidati

di

Stasera lunedì 7 maggio, Marcella di Folco, candidata alla Camera-proporzionale per il Girasole. Mercoledì 9 maggio sarà la volta di Franco Grillini, candidato alla Camera, proporzionale per i...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
821 0

In occasione delle elezioni politiche del 13 maggio 2001, il Cassero di Bologna sostiene e invita a votare i candidati e le candidate espressione diretta della comunità GLBT, credendo che meglio di chiunque altro sapranno farsi portatori e portatrici delle istanze che ci stanno a cuore. Per conoscere meglio i loro programmi e le loro idee il Cassero organizza una serie di incontri pubblici. Il 7 maggio Valerio Monteventi (consigliere comunale e giornalista) intervista Marcella Di Folco, candidata nelle liste proporzionali dell’Emilia Romagna per il Girasole/Verdi-SDI.

Marcella di Folco è nata a Roma il 7 marzo del 1943. Diplomata al liceo scientifico, nel 1961 lavora come portiere di notte all’hoter Rivoli a Roma. Dal 1965 al 1978 amministra il Piper Club di Roma, quindi diventa operatrice intercontinentale all’Italcable fino al 1981. E’ attrice in 6 film di Federico Fellini, in 2 di Franco Rossellini, con Franco Zeffirelli, Elio Petri e altri. Calca anche le scene teatrali con spettacoli come Chez Madame Maurice (1972) e Viva il Piper Show (1974).

Dal 1988 inizia la sua attività come volontaria nel MIT (Movimento Identità Transessuale) di Bologna, di cui è tutt’ora presidente. Lavora come volontaria in carcere, è consulente sul transessualismo e identità di genere, tiene lezioni all’Università di Bologna e di Padova. Tutor e realizzatrice del Corso di formazione professionale Imprese Sociali uguale Femminile Plurale, progetta e realizza Transiti – percorsi e significati dell’identità di genere. Fonda l’ONIG (Osservatorio Nazionale sull’Identità di Genere), di cui è vice presidente. E’ stata membro del gruppo di progetto di Moonlight-Project.

E’ stata vice presidente del MIT internazionale, collabora con Arcigay e LILA per progetti di prevenzione, fa parte del gruppo di lavoro diretto dalla CGIL nazionale per la difesa dei dirittti civili dei/delle transessuali. Fa parte del Tavolo di Coordinamento Nazionale sulla Prostituzione e la Tratta, dell’Associazione Orlando, della Tavola delle donne per non subire violenza di Bologna. Nel 1992 ha partecipato al primo congresso mondiale sulla prostituzione a Francoforte. Dal 1990 al 1995 è stata Consigliera Circoscrizionale a Bologna. Dal 1995 al 1999 è stata Consigliera Comunale, sempre a Bologna. Fa parte del Coordinamento delle Donne dell’Ulivo di Bologna e del Comitato promotore regionale dei Verdi.

Il 9 maggio Beppe Ramina (giornalista) intervista Franco Grillini, candidato nelle liste proporzionali dell’Emilia Romagna per i Democratici di Sinistra.

Psicologo, giornalista pubblicista, direttore del quotidiano on line "noi.it" e collaboratore del portale internet "gay.it", laureato in Pedagogia all’Università di Bologna, Franco Grillini è attualmente Presidente della Commissione "Diritti e libertà" del Ministero per le Pari Opportunità.

Impegnato in politica fin dall’età di 15 anni, è stato attivo nel movimento studentesco prima e nel Pdup poi come responsabile nazionale studenti medi e segretario organizzativo del partito a Bologna. Dal 1982 inizia la sua militanza nel movimento per i diritti civili degli omosessuali prima con il Cassero di Bologna poi come promotore dell’ARCIGAY Nazionale di cui è stato segretario nazionale dal 1985 al dicembre del 1987 e presidente fino al 1998 divenendone poi Presidente Onorario. Ideatore e fondatore della LILA (Lega Italiana per la Lotta contro l’AIDS) ha promosso la LIFF (Lega Italiana delle Famiglie di Fatto).

Eletto per 3 mandati consecutivi alla Provincia di Bologna nelle liste dei DS è stato per 9 anni Presidente della Commissione "Istruzione, Formazione Professionale, Sanità, Politiche Sociali, Lavoro, Università, Relazioni Sindacali Esterne, Innovazione" della Provincia stessa. Candidato alle politiche del 1987 nelle liste del PCI, alle politiche del 1992 nelle liste DS e poi nel 1994 alle europee dove ha raccolto 21 mila voti di preferenza. Membro di "Società laica e plurale", è attualmente consulente per i diritti civili del Ministro per le Pari Opportunità Katia Bellillo.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...