Elton John inveisce contro Putin durante il concerto di Mosca

Nonostante avesse dichiarato di volerne restare fuori, durante il suo concerto di Mosca di sabato scorso Sir Elton ha condannato le leggi russe contro la “propaganda gay”.

Aveva annunciato che non avrebbe detto una parola contro il governo russo, Putin e la sua legge “contro la propaganda gay”. Ma giunto sul palco di Mosca, Sir Elton non ha resistito e davanti alla folla dei suoi fan ha pronunciato la sua invettiva.

Non contento, la pop star ha pubblicato una trascrizione del suo discorso sul proprio profilo Facebook.

“Sono profondamente triste e scioccato dall’attuale legislazione contro la comunità lgbt qui in Russia – ha detto Elton John -. Secondo me, è inumano ed è isolante. Molte persone avrebbero voluto che per via della legislazione russa io non venissi qui. Ma molte, molte più persone mi hanno chiesto di venire ed ascoltarle. Sono contento di essere venuto. Voglio mostrare loro e al mondo che mi interessa e che non credo nelle persone che si isolano…”.

“Lo spirito che dobbiamo condividere stasera è quello che costruisce un futuro di eguaglianza, amore e compassione per i miei figli – ha concluso -. Per favore, non lasciatevelo alle spalle quando andrete via questa sera. Tutti voi, portate questo spirito con voi nella vostra vita e nel vostro cuore. Vi auguro amore e pace e salute e felicità. Questo concerto è dedicato alla memoria di Vladislav Tornovoi”.

Vladislav Tornovoi è una giovane vittima dell’omofobia russa. All’inizio di quest’anno il ventitreenne è stato stuprato e ucciso da due suoi amici che avevano scoperto la sua omosessualità.

Ti suggeriamo anche  Brunei, fiaccolata di protesta davanti l'Hotel Eden di Roma: 'no alla pena di morte per i gay'

Adesso, è probabile che le autorità russe procedano contro Elton John per violazione della legge che lui stesso ha contestato, com’è successo già a Madonna.

Ecco il video con il breve discorso di Sir Elton durante il concerto di sabato sera: