Episcopali dissidenti formano nuovo gruppo

di

Tredici vescovi episcopali contrari all'imprimatur dato dalla loro chiesa a un vescovo apertamente gay hanno deciso di formare una rete rivale di diocesi e parrocchie.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
928 0

NEW YORK – Tredici vescovi episcopali contrari all’imprimatur dato dalla loro chiesa a un vescovo apertamente gay hanno deciso di formare una rete rivale di diocesi e parrocchie. Lo ha annunciato uno dei dissidenti, il vescovo Robert Duncan di Pittsburgh.
Il vescovo Duncan, il leader del gruppo, ne’ e’ stato nominato “moderatore e coordinatore”: “Ci sentiamo investiti della missione di controbattere all’assalto contro l’autorita’ delle Sacre Scritture”, ha dichiarato.
I leader del nuovo gruppo insistono che quello da loro determinato non e’ uno scisma: “Non abbandoniamo, non ci stiamo separando”, ha detto Dunacan anche se e’ chiaro che la decisione dei tredici vescovi apre la strada a un confronto con la leadership della Chiesa Episcopale Americana che ha cento diocesi negli Stati Uniti.
La polemica e’ nata lo scorso agosto quando la Chiesa Episcopale Americana ha dato luce verde all’insediamento di Gene Robinson, un prelato apertamente gay, come nuovo vescovo del New Hampshire.

Leggi   Portavoce di Trump allontanata da un ristorante, la titolare: "L'ho fatto per i miei dipendenti gay"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...