Estate: ha riaperto Mama Beach, la gaya spiaggia

di

Ha riaperto i battenti, pronta per la stagione balneare 2006, la prima spiaggia “gaya” della penisola italiana.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1471 0

TORRE DEL LAGO – È di nuovo aperto sulla costa toscana il primo stabilimento balneare gay e lesbico italiano, il Mama Beach, sulla Marina di Torre del Lago, e la bandiera arcobaleno sventola nuovamente sul pennone di legno lungo la strada che costeggia la spiaggia. L’area balneare rivolta a “LGBT and friends” ha riaperto il 1° maggio, mantenendo la struttura degli anni precedenti, con i suoi gazebi con lettino, sdraio, sedia e tavolino e ombrelloni con due sdraio, docce fredde e calde, area sport, con un campo da beachvolley, tiro a canestro e calcetto, senza dimenticare il fresco pergolato intorno al Bar, per rendere l’ambiente sempre più accogliente, che da quest’anno è anche Wi-Fi Zone. Durante l’estate, sono previste alcune attività ricreative organizzate dallo staff artistico del Mama! La spiaggia è aperta tutti i giorni della settimana dalle 8,30 fino al tramonto, con lo staff alla reception sempre pronto ad aiutarti.
Non si può parlare del Mama Beach senza fare riferimento al Mama Mia, il famoso locale che dista solo un centinaio di metri. Il Mama Mia è nato come bar-ristorante-discopub gay e lesbico nell’aprile 1999, l’anno successivo al lancio di Friendly Versilia, e subito baciato da un grandissimo successo certamente dovuto al suo potenziale innovativo e alla fantasia dei ragazzi e delle ragazze coinvolti, con la loro voglia di esserci e di fare comunità. Un locale “anomalo” che, nel suo essere e voler essere militante (ma non in modo palloso), è orgoglioso di non essere un locale normale, come tanti altri, bensì animato e reso vivo dal pubblico che lo ha frequentato sin dall’inizio, composto da gay, lesbiche, trans di passaggio ed alcuni etero-friendly, finendo col diventare forse il locale simbolo di Friendly Versilia, cosa ovviamente di cui vanno orgogliosi i due proprietari, Christian ed Alessio. Nel 2002 viene inaugurato il nuovo Mama Mia, un locale innovativo, moderno, dalle linee particolari e colorato con gli immancabili colori dell’arcobaleno gay. Nel tempo tutto è cresciuto e con esso gli artisti che negli anni si sono aggregati, a partire dalla “Regina” turchese del Mama Mia, in arte Regina Miami, e Markesa, quella “con la kappa”. Senza naturalmente dimenticare tutto lo staff, composto da una vasta schiera di baristi, cassieri, animatori, ballerini eccetera che lavorano a ritmi frenetici cercando di divertire e divertirsi. Il Mama Beach e il Mama Mia si presentano all’appuntamento con l’estate 2006 con la filosofia di sempre, quella di accogliere tutti, basta che sia sempre e solo il rispetto a vincere.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...