Euro 2008: Gay e lesbiche lottano contro omofobia nel calcio

di

A pochi giorni dai campionati europei, apre a Vienna una mostra di poster del concorso Homo: Foul, nel quale ha vinto l'immagine di un capitano una con la...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1709 0

Vienna – In occasione di Euro 2008, la comunità lgbt di Vienna cerca di lottare contro omofobia e pregiudizi nel mondo del calcio, considerato comunemente dominio della virilità: domani apre al Museumsquartier una mostra di manifesti premiati al concorso Homo: Foul (gay: fallo). Si tratta di opere vincitrici al concorso internazionale indetto dal centro viennese di cultura e storia di gay e lesbiche Qwien.

Il manifesto vincitore, della viennese Martina Schoenherr, mostra un torso maschile a metà con indosso la maglia della nazionale austriaca e sul braccio, al posto della fascia del capitano una con la scritta "gay".

Dal campionato anche la squadra di calcio di lesbiche di Vienna spera di poter conquistare ora nuove giocatrici per il calcio femminile. La squadra Ballerinas – fondata alla fine degli anni ’90 e registrata nel 2004 ufficialmente nell’ associazione sportiva gay Aufschlag (colpo) – spera di riuscire a superare le difficoltà di ingaggiare nuove giocatrici per la squadra, che è attualmente composta solo da sei donne. Per richiamare l’attenzione sul calcio femminile, l’associazione sportiva gay sta organizzando anche un evento promozionale che potrebbe svolgersi a Vienna il 28 giugno, alla vigilia delle finali di Euro 2008.

Leggi   Verona ospiterà il World Congress of Families: nello spot anche i faccioni di Salvini e Fontana
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...