Europride 2011: “Colosseo illuminato coi colori rainbow”

di

Presentato l'Europride 2011 a Roma. Inaugurazione del Pride Village mercoledì. L'assessore alla Cultura annuncia: "Il Colosseo e le porte di ingresso alla città si tingeranno di arcobaleno".

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
2787 0

Tutto pronto per l’apertura dell’Europa Pride 2011 che, da mercoledì prossimo al 12 giugno, animerà l’inizio dell’estate nella Capitale. Dopo undici anni d’assenza la manifestazione, per quest’anno dal titolo Be Proud, torna ad essere ospitata dalla città eterna. Qui è in programma, in particolare, la grande parata dell’orgoglio che, secondo gli organizzatori, dovrebbe richiamare a Roma oltre un milione di persone provenienti da tutto il mondo.

Il corteo – Un grande corteo che l’11 giugno partirà da piazza dei Cinquecento alla volta del Circo Massimo. A presentare l’evento sono stati, oggi al Radisson hotel, i portavoci del Roma Europa Pride, la presidente del circolo di cultura omosessuale Mario Mieli, Rossana Praitano, il presidente nazionale arcigay, Paolo Patanè, la presidente del Mit (Movimento identità transessuale), Porpora Marcasciano, e il direttore artistico dell’evento Diego Longobardi.

Il Comitato

Hanno partecipato anche gli assessori alla Cultura di Provincia e Comune, rispettivamente Cecilia D’Elia e Dino Gasperini. "Sarà l’occasione per fare una riflessione sull’Italia di oggi, dove ancora è presente un atteggiamento politico inaccettabile, come dimostrano le parole di Giovanardi e dintorni" ha voluto sottolineare Paolo Patanè, per cui: "Il pride non è contro qualcuno ma per. È un qualcosa per chiedere diritti, democrazia e uguaglianza in questo Paese".

Porte e Colosseo quadrato illuminati

Per testimoniare il sostegno di Roma Capitale, l’assessore alle Politiche culturali, dino Gasperini, ha annunciato: "L’11 giugno in contemporanea con il corteo dell’Europride accenderemo il Colosseo con i colori dell’arcobaleno. Dal primo al 12 giugno, inoltre, ‘coloreremo’ anche le porte di Roma con gli stessi colori: Porta Pia, Porta Maggiore, Porta Pinciana e Porta del Popolo". "La decisione del Comune di Roma di illuminare le porte di accesso alla città e il Colosseo in occasione dell’Europride – commenta Fabrizio Marrazzo, portavoce del Gay Center – è molto significativa e importante e può fare della Capitale un laboratorio contro l’omofobia".

Casa Pund – Anche il centro sociale di destra Casa Pound ha voluto dire la sua e ha ribadito che "l’Europride a noi non piace come manifestazione in sé perché la troviamo volgare e esibizionista. Detto questo non siamo né contrari ai diritti degli omosessuali, anzi, né alla location di piazza Vittorio. Se hanno bisogno di manifestare, qui o in qualche altra parte di Roma è uguale, le polemiche sono sterili".

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...